Connect with us
Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie in Bombshell - La voce dello scandalo, Gogo Magazine Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie in Bombshell - La voce dello scandalo, Gogo Magazine

Cinema

Bombshell: la ricerca di una voce fuori dal coro | RECENSIONE

mm

Published

il

L’ultimo film di Charlize Theron e Margot Robbie, Bombshell – La voce dello scandalo arriva in esclusiva sul catalogo di Prime Video.

Uno dei film la cui uscita era prevista per la fine di Marzo era Bombshell – La voce dello scandalo. Dopo il premio Oscar per miglior trucco e acconciatura, la curiosità intorno a questa pellicola è cresciuta alimentando l’attesa in vista della sua uscita. L’emergenza coronavirus ha tuttavia costretto 01 Distribution a ripensare le sue strategie di distribuzione. Il film è disponibile in esclusiva su Amazon Prime Video dallo scorso 17 Aprile. Impossibile non cliccare play davanti a un cast stellare come quello di questo titolo!

Charlize Theron e John Lithgow in Bombshell, Gogo Magazine

L’ultima fatica da regista di Jay Roach si avventura tra le pieghe degli scandali sessuali che negli ultimi anni hanno sconvolto Stati Uniti e non solo. Attraverso lo sguardo di tre donne prende forma quindi il racconto delle sinistre dinamiche dei lavori negli studi di Fox News culminate nel 2016 con le accuse di abusi al CEO Roger Ailes – interpretato da John Lithgow – legate alle denunce di 23 sue collaboratrici. Il film affronta ed elabora quanto accaduto su tre fronti. Megyn Kelly (Charlize Theron), conduttrice dell’emittente a cui viene affidata l’intervista al candidato presidenziale Donald Trump, finisce al centro di un caso mediatico dopo aver ricevuto messaggi diffamatori e misogini dal tycoon. In seguito all’accaduto, Megyn inizia ad aprire lentamente gli occhi sulla realtà che la circonda negli studi di Fox.

Parallelamente il pubblico segue le vicende che vedono protagonista Gretchen Carlson (Nicole Kidman), ex-anchor woman che, in seguito agli atteggiamenti sessisti dei suoi collaboratori e in particolare di Ailes, contatta degi avvocati per avviare una procedura legale. Trovare delle alleate alla Fox, tuttavia, non è esattamente un’impresa semplice. Nel frattempo, Kayla Popsil (Margot Robbie), una delle segretarie di Gretchen, vede i suoi sogni e le sue ambizioni professionali scontrarsi con la terribile realtà degli abusi nel mondo del lavoro.

La donna, il lavoro e la notizia

A quattro anni dalla svolta drammatica con L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo, il regista Jay Roach continua ad approfondire eventi realmente accaduti che hanno uno stretto legame con l’attualità. Se, infatti, nel film citato in precedenza affrontava il tema della libertà di espressione, in Bombshell il regista si focalizza sulla figura della donna nel mondo del lavoro. Insieme allo sceneggiatore Charles Randolph – premio Oscar nel 2016 per La grande scommessa – sceglie un fatto di cronaca tutt’altro che semplice. In seguito alla crescita del movimento #MeToo, infatti, riuscire a trattare con lucidità sul piccolo o grande schermo un tema come quello delle molestie non è semplice.

Charlize Theron in Bombshell, Gogo Magazine

Fortunatamente il film non delude le buone aspettative soprattutto grazie a un cast in ottima forma capitanato proprio da Charlize Theron che continua la sua serie positiva di ruoli complessi e interessanti iniziata nel 2015 con Mad Max: Fury Road. In Bombshell dona vita a un personaggio stratificato, una donna in carriera, una presentatrice che ha raccolto i successi del suo impegno decennale. Tuttavia, nonostante il suo prestigioso curriculum, sa che la sua posizione all’interno di Fox News dipenderà sempre da come interagisce con gli uomini che cercano di ostacolarla, specialmente se questi si trovano in ruoli di potere. Megyn ha una personalità estremamente determinata che attraverso un percorso di trasformazione troverà finalmente la sua voce in uno scandalo senza precedenti.

Allo stesso modo, Margot Robbie conferma di essere un talento – ancora non totalmente compreso – della sua generazione. Con decisione dona vita all’ingenua Kayla, uno dei pochi personaggi frutto della fantasia della sceneggiatura. La sua situazione è diametralmente opposta, per esperienza e carattere, a quella di Megyn. Tuttavia, il suo personaggio è quello che sa lasciare maggiormente il segno. Nicole Kidman, più in disparte, offre una valida interpretazione senza brillare.

Le ombre di Bombshell

Margot Robbie nel film Bombshell, Prime Video, Gogo Magazine

Il cast, fiore all’occhiello della produzione, rende valido e interessante il film, una buona occasione per approfondire un caso complesso. Bombshell, tuttavia, non riesce ad essere davvero incisivo come vorrebbe. La sceneggiatura, perfettamente dinamica e appassionante nella prima parte, si consuma infatti rapidamente in uno sviluppo opaco e frammentato. La scelta di costruire Ailes come un’ombra opprimente che veglia costantemente su tutti gli studi, non viene sostenuta in modo valido nella seconda parte. Il confronto con The Loudest Voice, serie sullo stesso tema con uno strepitoso Russell Crowe, è così inevitabile. La mini-serie, infatti, riesce a contestualizzare con maggiore efficacia il caso di molestie in un ambiente ostile, un’emittente di news, espandendo comunque la riflessione all’intera società. Bombshell, invece, in diverse occasioni sembra porsi dei freni, dei limiti che gli impediscono in definitiva più di un buon film.

Bombshell
6.5 Reviewer
0 Users (0 voti)
Voto
What people say... Leave your rating
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
Verificato
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Leave your rating

Il tuo browser non supporta il caricamento delle immagini. Scegline uno più moderno.

 

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *