Connect with us
Halloween è alle porte e con locali e ristoranti obbligati a chiudere dalle 18:00 alle 05:00, molti di noi lo trascoreranno in casa. Ecco dunque una lista dei migliori film da guardare in occasione della festa più spaventosa dell'anno. Halloween è alle porte e con locali e ristoranti obbligati a chiudere dalle 18:00 alle 05:00, molti di noi lo trascoreranno in casa. Ecco dunque una lista dei migliori film da guardare in occasione della festa più spaventosa dell'anno.

Approfondimenti

I migliori film horror da guardare ad Halloween

mm

Published

il

I migliori film horror da guardare ad Halloween

Halloween è alle porte e con locali e ristoranti obbligati a chiudere dalle 18:00 alle 05:00, molti di noi lo trascoreranno in casa. Ecco dunque una lista dei migliori film da guardare in occasione della festa più spaventosa dell’anno. I migliori film horror da guardare ad Halloween.

L’esorcista (1972)

Partiamo da uno dei classici del genere horror e degli anni Settanta: L’esorcista è il cult di William Friedkin, tratto dall’omonimo romanzo di William Peter Blatty, il quale scrisse anche la sceneggiatura.
Il film non ha bisogno di presentazioni: la dodicenne Regan, dopo aver giocato con una tavola ouija, evoca il demone Pazuzu, che possiede la ragazzina. Ad aiutarla, accorrerà padre Lankester Merrin, un sacerdote ed esorcista esperto, insieme a padre Karras.
Il film ebbe un successo straordinario in tutto il mondo e vinse anche l’Oscar per la miglior sceneggiatura non originale, fatto molto raro per un horror. L’esorcista è uno dei capisaldi della cinematografia horror, anche per aver aperto un nuovo filone (che è stato decisamente consumato negli anni avvenire) dedicato all’horror a tema esorcismi e possessioni da parte del demonio.
Eccezionali gli interpreti di Regan e padre Merrin, rispettivamente interpretati da Linda Blair e Max von Sidow, che regalano allo spettatore momenti di altissima tensione nella loro lotta, che supera la vicenda personale e diventa una vera lotta tra il bene e il male.
Il fascino de L’esorcista è dato anche da una serie di eventi (molto probabilmente solo leggende metropolitane) che accaddero ai membri del cast e agli operatori. Durante la produzione del film ci furono diverse morti misteriose e incidenti, ma tra questi eventi è importante citare la caduta di una croce alta oltre due metri dal tetto di una chiesa a Roma, mentre il film era proiettato al cinema Metropolitan lì vicino.

Shining (1980)

Se parliamo di horror non possiamo non citare almeno un’opera del maestro dell’horror Stephen King. Questa volta parliamo di Shining, diretto da Stanley Kubrick e con protagonista assoluto Jack Nicholson.
Jack Nicholson è lo scrittore Jack Torrence, un uomo con problemi di alcolismo, che accetta un impiego come guardiano invernale all’Overlook Hotel. Un albergo isolato tra le montagne. Con lui anche la moglie Wendy e il figlio Danny. Ma l’Overlook non è un semplice hotel e influisce sulla psiche di Jack, il quale impazzisce e vuole uccidere la sua famiglia.
Nonostante King non abbia apprezzato la versione cinematografica di uno dei suoi capolavori, Kubrick tratta con maestria un classico dell’horror come Shining. Regalando un’opera piena di inquietudine e tensione, senza ricorrere a jump scare. La mano di Kubrick rende Shining un film horror perfetto, grazie alla dilazione dei tempi, alla fotografia che gioca con la simmetria e una gestione della tensione magistrale.

Noi – Us (2019)

Dopo Get Out, film acclamatissimo dalla critica e vincitore di un Oscar, Jordan Peele ci sorprende con un’altra pellicola di altissimo livello: Us, con protagonista Lupita Nyong’o.
Adelaide Wilson e la sua famiglia decidono di andare in vacanza nella sua casa d’infanzia. La donna ha un passato tormentato e quella casa la inquieta ancora, portandole alla memoria momenti traumatici. Dopo una giornata in spiaggia, si ritrovano assediati in casa da quattro figure misteriose, del tutto uguali a loro, dei doppelganger.
Quello che sembra solo un film horror ricco di tensione, è in realtà un’elaborata metafora sulla lotta di classe, sul populismo e sulle diverse opportunità che riceviamo nella vita. I doppelganger non sono altro che quella fetta di popolazione che non riceve aiuto, che non è privilegiata e che viene messa ai margini della società. Ma cosa succede quando gli emarginati decidono di alzare la testa e di lottare?
Jordan Peele si rivela nuovamente un regista intelligente. Abile con la componente horror usata per raccontare la quotidianità e i problemi dell’America di oggi, dal razzismo (come in Get Out) alla lotta di classe e il collasso del sogno americano in Us.

Badabook (2014)

Sei anni dopo la morte violenta del marito, Amelia (Essie Davis) è ancora in lutto. Lotta per dare un’educazione al figlio ribelle di 6 anni, Samuel (Noah Wiseman), un figlio che non riesce proprio ad amare. I sogni di Samuel sono tormentati da un mostro che crede sia venuto per ucciderli entrambi. Quando l’inquietante libro di fiabe Babadook arriva in casa, Samuel è convinto che il Babadook sia la creatura che ha sempre sognato. Le sue allucinazioni diventano incontrollabili e il bambino sempre più imprevedibile e violento. Amelia, seriamente spaventata dal comportamento del figlio, è costretta a fargli assumere dei farmaci. Ma quando Amelia comincia a percepire una presenza sinistra intorno a lei, inizia ad insinuarsi nella sua mente il dubbio che la creatura su cui Samuel l’ha messa in guardia possa essere reale.

IT (2017)

Ottobre 1988, nella cittadina di Derry. Il piccolo Georgie esce di casa nella pioggia per far navigare la barchetta di carta preparatagli dal fratello maggiore Billy, costretto a casa dall’influenza. La barchetta scorre per i rivoli lungo i marciapiedi, ma finisce in uno scolo che conduce alla rete fognaria. Georgie, contrariato, si china a guardare nella feritoia e incontra lo sguardo del bizzarro clown che abita nelle fogne, Pennywise. Per quanto strano sia trovare un clown in quel luogo, Georgie si intrattiene con lui sin quando il clown non lo addenta e lo cattura portandolo giù con sé. Giugno 1989. A Derry vige il coprifuoco a causa delle numerose sparizioni di persone, soprattutto bambini.

Nato ad Alatri il 23/03/1997, attualmente collabora per numerose testate giornalistiche sportive. Raccontare di calcio però, non è il suo unico hobby (fortunatamente). C'è spazio anche per i libri, la musica e i videogiochi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *