Connect with us

Approfondimenti

Cos’è il Regno Quantico introdotto dalla Marvel?

Published

il

Il Regno Quantico introdotto dalla Marvel acquisterà sempre maggior importanza nei film di supereroi che potranno viaggiare nel tempo senza la gemma dell’infinito. 

Introdotto per la prima volta nel 2015, con il film Ant-Man, dopo il rimpicciolimento di Scott a livello subatomico, del Regno Quantico non si sono ben capite le dinamiche o come funzioni precisamente. Il dott. Hank Pym, nel sequel Ant-Man and the Wasp, ha dato una definizione alquanto interessante del Regno Quantico:

“una realtà in cui tutti i concetti di tempo e spazio diventano irrilevanti mentre ci si restringe sempre di più”.

Non a caso lo scopo del secondo capitolo di Ant-Man and the Wasp è proprio quello di salvare, tramite un viaggio estremo nel Regno Quantico, Janet Van Dyne, moglie del dott. Pym, madre di Hope e la vera Wasp, imprigionata lì per decenni.

Il presidente degli Studios Marvel, Kevin Faige, ha anche anticipato alcune considerazioni importanti circa il Regno Quantico. Quest’ultimo, infatti, secondo i vertici degli Studios influenzerà l’intero Universo della Marvel in futuro.

regno quantico ant-man and the wasp

Ant-Man e la non dimensione

Nel sequel Ant-Man and The Wasp, vediamo il più piccolo supereroe Marvel intrappolato nel Regno Quantico, in seguito alla conclusione di Avengers: Infinity War. Scott si era recato nel mondo subatomico per recuperare le particelle necessarie a curare Ava Starr, alias Ghost. Thanos, dotato delle sei gemme dell’infinito, distrugge con un semplicissimo schiocco di dita la metà delle forme di vita presenti nell’Universo, compreso Hank, Janet e Hope. Scott è bloccato dunque nel Regno Quantico senza possibilità d’uscita e con un’aggravante: ovvero se dovesse finire in un vuoto temporale, sarebbe impossibile reperirlo dall’esterno.

Il Regno Quantico per sconfiggere Thanos

Proprio l’ultima nozione sarebbe di vitale importanza per il sequel di Avengers: infinity war. Non a caso l’ipotesi di un viaggio nel tempo per sconfiggere il supercattivo più forte di sempre sarebbe la più plausibile. Tony Stark, decisamente invecchiato, e Scott infatti vengono ritratti assieme in alcune foto sul set di Avengers 4. L’ipotesi del Regno Quantico, dunque, sarebbe la soluzione ideale sia per portare a termine l’operazione contro Thanos, sia per liberare Scott dalla sua prigionia senza che sia invecchiato (presumibilmente Avengers 4 sarà ambientato a distanza di 5 anni da Infinity war).

La seconda ipotesi che aleggia sulla trama di Avengers 4, avvalorata anche da Faige, è che gli eroi Marvel non siano stati polverizzati e morti, bensì siano intrappolati in un’altra dimensione nel Regno Quantico, o nella gemma dell’anima o in un mondo da essa creato. Se questa ipotesi fosse quella reale le implicazioni sarebbero enormi, a partire dal terzo capitolo de I Guardiani della Galassia per terminare con l’evoluzione in Spider-Man.

regno quantico per sconfiggere thanos

Captain Marvel e il Regno Quantico

Al di là di tutte queste ipotesi il Regno Quantico avrà un’incidenza maggiore in Captain Marvel, anche se come verrà inserito all’interno della trama di Carol Danvers resta ancora un mistero. Considerando di conseguenza come il Regno Quantico sia pronto a diventare un concetto portante nell’Universo Marvel che avanza, avvalorando anche le ipotesi in Avengers 4, una teoria popolare suggerisce che potrebbe aprire la strada ai viaggi nel tempo senza la necessità della Gemma del tempo, rubata ormai da Thanos.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *