Connect with us

Gossip

Dissenso Comune: attrici italiane unite contro le molestie

Published

il

Su Repubblica.it 124 attrici, registe, produttrici, donne che lavorano nella comunicazione dello spettacolo italiane hanno firmato Dissenso Comune. Una lettera manifesto che le vede unite contro le molestie sessuali.

 

Anche l’Italia da oggi ha il suo #MeToo e si chiama Dissenso Comune. E’ un manifesto che 124 donne che lavorano nel mondo del cinema e dello spettacolo hanno firmato per dichiararsi contro tutto il sistema di potere, mosso dopo il caso Weinstein ad Hollywood. Un movimento questo, tutto italiano, ha coinvolto grandi nomi del cinema nostrano. Ambra Angiolini, Valentina Lodovini, Alba Rohrwacher, Valeria Golino, Anna Foglietta, Jasmine Trinca, Cristiana Capotondi, Camilla Filippi, Sonia Bergamasco, Paola Cortellesi, Kasia Smutniak sono una piccola parte delle firmatarie.

 

“Dalle donne dello spettacolo a tutte le donne. Unite per una riscrittura degli spazi di lavoro e per una società che rifletta un  nuovo equilibrio tra donne e uomini si legge nel comunicato – Questo documento non è solo un atto di solidarietà nei confronti di tutte le attrici che hanno avuto il coraggio di parlare in Italia e che per questo sono state attaccate, vessate, querelate, ma un atto dovuto di testimonianza. Noi vi ringraziamo perché sappiamo che quello che ognuna di voi dice è vero e lo sappiamo perché è successo a tutte noi con modi e forme diverse. Noi vi sosteniamo e sosterremo in futuro voi e quante sceglieranno di raccontare la loro esperienza”.

Le 124 donne, nel comunicato, ci tengono a specificare che la molestia sessuale è un fatto culturale, che coinvolge l’intero sistema. “Non è la gogna mediatica che ci interessa. Il nostro non è e non sarà mai un discorso moralista. La molestia sessuale non ha niente a che fare con il ‘gioco della seduzione’. Noi conosciamo il nostro piacere, il confine tra desiderio e abuso, libertà e violenza. La molestia sessuale è fenomeno trasversale. È sistema appunto. Noi non siamo le vittime di questo sistema ma siamo quelle che adesso hanno la forza per smascherarlo e ribaltarlo. Noi non puntiamo il dito solo contro un singolo ‘molestatore’. Noi contestiamo l’intero sistema. Questo è il tempo in cui noi abbiamo smesso di avere paura”.

 

Nata il 15 marzo 1993. Sono laureata in Scienze Politiche e amo scrivere e incatenare parole tra loro. Sono convinta che la cultura e le passioni salveranno il mondo. La politica, la musica e il cinema sono i miei bagagli nel viaggio della vita. Sono certa che il giornalismo sia l'arte più nobile, se fatto con amore, generosità e responsabilità.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *