Connect with us
caparezza el sendero testo caparezza el sendero testo

Musica

Caparezza – El Sendero: testo e video

Published

il

Caparezza – El Sendero: testo. Ecco il nuovo singolo  di Caparezza in collaborazione con la cantante messicana Mishel Domenssain. Leggi il testo e ascolta il brano.

E’ disponibile da domani in rotazione radiofonica il nuovo singolo di Caparezza “El Sendero”. Il singolo è tratto dall’album “Exuvia” pubblicato a maggio. L’’EXUVIA tour prenderà il via dal mese di febbraio 2022. El Sendero, tradotto il sentiero, è la quarta traccia dell’album. Segue il brano Fugadà in cui Caparezza rappresenta la sua fuga dal suo disco precedente e dalla condizione che lo ha partorito. Terminata questa fuga comincia il cammino, quel percorso che condurrà verso una nuova alba. Infatti, come anticipa lo skit Una voce, è sorto un nuovo giorno.

Ecco video e testo del brano.

(Ascolta il brano su Youtube)

Caparezza “El Sendero” testo

[Ritornello: Mishel Domenssain]
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina (Camina)

[Strofa 1: Caparezza]
Faccio un passo nella selva
Senza briglie e senza sella
Vado incontro alla mia libertà
Già da come marcio sembra Selma
Alle spalle la mia guerra
Io la stella della Senna
Tu che invidi la mia vita
Io che penso: “Sa di un cazzo, sembra seitan”
Sì, suono

Non ho mai scalato una montagna a mani nude, free solo
Non ho mai nuotato tra i piranha lungo il fiume, mi muovo
Non ho mai viaggiato sull’Apollo 13
Sento dire solo: “Pollo, credici”
Non ho fremiti
Non ho mai lasciato la Nigeria
Con i miei risparmi chiusi dentro il palmo
Non ho mai sfidato la miseria
Nei deserti caldi chiuso dentro un camion
Vivo le mie storie, magari
Chiuso in casa come Salgari
Chino sui libri e sui manuali
Miki, sei Lazzaro, dai, alzati e

[Ritornello: Mishel Domenssain]
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina

[Strofa 2: Caparezza]
Cammina mio nonno nel fango vent’anni col mitra vicino
Cammina costretto a schivare il nemico, sì, mica il vicino
Arriva in Australia e lavora per una fondina di cibo
Qua l’unica strada che insegna qualcosa è la figlia di Gino
Cammina mio padre, che ha perso suo padre
E vaga da solo, ed è solo un ragazzo
Che impara a indossare le scarpe da uomo

E cammina lungo un sentiero di sogni infranti
Guarda dritto, tira avanti
Chi ha paura perde tempo
Guarda, cito Indira Gandhi
Arte mi devi guidare, fa’ uno sforzo
Di’ a natura di vegliare il mio percorso
Dalla borsa tiro fuori un grande corno
Per soffiare via il mio panico dal corpo
Col coraggio in tasca la mia vita passa
Camminando e basta, lascio la mia traccia
Capirà soltanto chi vedrà dall’alto
Tipo ragno a Nazca

[Ritornello: Mishel Domenssain]
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Camina

[Bridge: Caparezza, Mishel Domenssain]
Faccio un passo nella selva (Guerrero, camina)
Senza briglie e senza sella
Vado incontro alla mia libertà
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Miki, sei Lazzaro, dai, alzati e (Camina)
Faccio un passo nella selva (Guerrero, camina)
Senza briglie e senza sella
Vado incontro alla mia libertà
Por el sendero del dolor
Y la alegría
Miki, sei Lazzaro, dai, alzati e (Camina)

[Outro: Mishel Domenssain]
Camina, guerrero, camina
Por el sendero del dolor
Y la alegría

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *