Connect with us
ornella vanoni isole viaggianti testo e video ornella vanoni isole viaggianti testo e video

Musica

Ornella Vanoni – Isole Viaggianti: testo e video

Published

il

Ornella Vanoni – Isole Viaggianti: testo. Ecco il nuovo singolo dell’artista. Leggi il testo completo del brano e guarda il video.

E’ disponibile da oggi 26 Marzo su tutte le piattaforme digitali e in rotazione radiofonica “Isole Viaggianti”. Il brano è estratto dall’album di inediti Unica, pubblicato a fine Gennaio. Il nuovo singolo sembra mettere a fuoco un sentire comune del momento che stiamo vivendo: l’atmosfera concitata delle strofe fotografa l’irrequietezza e il desiderio di fuga – reale e metaforico – dalle costrizioni, dalle consuetudini, dai percorsi prestabiliti, e lo fa con un andamento ritmico che riconduce alle sonorità brasiliane tanto amate da Ornella Vanoni.

Ecco video e testo del brano.

(Guarda il video ufficiale su Youtube)

Ornella Vanoni – “Isole Viaggianti” testo

Cambio città cambio visione
Lascio la storia a metà
Fra le pagine aperte del mio copione
Cambio bandiera la prospettiva
Provo a levarmi d’impaccio
Trovare uno straccio d’alternativa

Perché se l’occhio più non vede
Cuore non si muove
Vento sulle vele
Terra non si vede
Terra non si vede ancora
Non si vede ancora

Ma tienimi le mani
Noi che siamo eterni passeggeri
Sempre in cerca di sentiеri secondari
Due isole viaggianti е forestieri
Sulla via di ieri e quella che verrà
Sei tu che mi accompagni ancora

Cambio città
Cambio perfino nome
Ne ho così piene le tasche
Di voci di facce di confusione
Cambio la strada prendo un’iniziativa
Nessuno bussi alla porta
Non sono disposta alla trattativa

Camminare mi fa bene
Strada sulle suole
Vento sulle vele
Terra non si vede
Terra non si vede ancora
Non si vede ancora

Ma tienimi le mani
Noi che siamo eterni passeggeri
Sempre in cerca di sentieri secondari
Due isole viaggianti e forestieri
Sulla via di ieri e quella che verrà
Sei tu che mi accompagni ancora

Cambio
Cambio casa cambio direzione
Cambio
Prendo una strada che va chissà dove
Cambio
Cambio anche l’anima che non si vede
Cambio
Cadere poi rialzarsi e ricadere
Cambio
Seguo il mio passo vada dove vada
Cambio
Che sia la buona o la cattiva strada
Cambio
E di una vita farne due
Cambio

Ma tienimi le mani
Noi che siamo eterni passeggeri
Sempre in cerca di sentieri secondari
Due isole viaggianti e forestieri
Sulla via di ieri

Ma tienimi le mani
Noi che siamo eterni passeggeri
Sempre in cerca di sentieri secondari
Due isole viaggianti e forestieri
Sulla via di ieri e quella che verrà
Sei tu che mi accompagni ancora

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *