Connect with us
Omnitune: Il portale di musica, ‘Made in Pisa’ Omnitune: Il portale di musica, ‘Made in Pisa’

Musica

Omnitune: Il portale web ‘Made in Pisa’ che promuove la musica

mm

Published

il

Omnitune nasce come un servizio web, creato da un gruppo di studenti molto creativi. Il sito è stato realizzato grazie al progetto di alternanza scuola-lavoro ed è uno spazio per dare visibilità alla musica.


Omnitune: Il portale di musica, ‘Made in Pisa’

Il servizio di Omnitune si presenta come una nuova opportunità per la musica pisana. A crearlo sono stati gli studenti della 4ª A, informatici di ‘IIS Leonardo Da Vinci’ di Pisa. 

L’obbiettivo di questo progetto di Omnitune, è di raccogliere la musica degli artisti del territorio, per poi diffonderla tramite il sito. Una piattaforma che darà la possibilità a tutti gli artisti della città, di ‘pubblicizzare’ la loro musica ed i loro eventi. I ragazzi ci hanno messo tanta creatività, innovazione e spirito di iniziativa, dimostrando talento. Hanno lavorato nei pomeriggi dopo scuola ed hanno pianificato tutto in autogestione. Hanno distribuito i ruoli di lavoro tra di loro, ed hanno anche gestito una campagna di autofinanziamento online.

OmniTune: Come funzionerà?

La domanda viene spontanea, come funzionerà Omnitune e cosa  comprende?

Gli artisti pubblicheranno le loro canzoni, le demo, i volantini di eventi e concerti, e questo avverrà attraverso una registrazione veloce, su Omnitune. Il sito verrà utilizzato per aggiornamenti e informazioni per quanto riguarda gli eventi musicali.

Chi avrà la possibilità di consultarlo, si potrà informare dei concerti, delle serate in discoteca, nonché di eventi musicali che saranno in programma a Pisa. Lo spazio web di Omnitune è molto facile da usare, ha una grafica curata ed è molto funzionale. 

Gli utenti potranno dare anche delle valutazioni, tramite le recensioni delle demo e degli eventi musicali. 

Per quanto riguarda l’utilità di questo servizio, per ora si tratta di contenuti a livello locale. Per il futuro, i ragazzi pensano di fare in modo di uscire dai confini della città toscana, per espanderlo in tutta l’Italia e forse anche all’estero.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *