Connect with us

Musica

Salmo: “Playlist” in sole 24 ore conquista un record

Published

il

Salmo, all‘anagrafe Murizio Pisciottu, il 9 novembre ha pubblicato un nuovo album, “Playlist” che lo vede collaborare con rapper e artisti del calibro di  Fabri Fibra, Nitro, Sfera Ebbasta e Coez.

Questo nuovo album ha permesso a Salmo di conquistare l’attenzione di critica e fan, non solo per la qualità delle tracce ma anche per un record raggiunto in sole 24 ore: infatti “Playlist” in appena una giornata è riuscito a raggiungere  9.956.884 stream su Spotify, divenendo così l’album con il maggior numero di stream in Italia registrati su Spotify in sole 24 ore. Ma non finisce qui. Infatti il nuovo album ha permesso a Salmo di salire su un altro “gradino più alto” ovvero  è la prima volta che un artista italiano si insedia nella Global Chart di Spotify con ben 8 brani.

Attualmente Salmo è impegnato nella promozione dell’ “album dei record” e chi è in trepidante attesa per ascoltare live le tracce dell’ultimo disco di Salmo, sarà presto accontentato. Infatti è prevista sia una data zero, il 13 dicembre a Vigevano, sia due concerti evento al Palalottomatica di Roma e al Forum di Milano, in programma rispettivamente il 16 e il 22 dicembre.

Salmo e il “dissing” con Matteo Salvini

Salmo, per chi lo conosce, è un artista che di sicuro esprime apertamente le sue critiche, sia nei pezzi, sia quando gli vengono poste delle domande “scomode” su personaggi di spicco. Questo è quanto è accaduto la settimana scorsa quando Salmo ha espresso tutto il suo disappunto verso la politica di Matteo Salvini, attuale Ministro degli Interni: “Come puoi fare rap nel 2018 e non guardarti intorno? Prima di tutto i ragazzini devono capire, perché sono malleabili e spesso confusi, vedono Salvini e pensano sia un mito perché è un ‘personaggio’. Io non voglio prendere posizione politica ma questa cosa non la tollero: se sono simpatizzanti di quel filone di pensiero ignorante, non devono ascoltare rap, che è prima di tutto black culture, piuttosto ascoltino i dischi degli skinheads“.

Ma non era la prima volta che Salmo esprimeva un parere negativo su Salvini: infatti precedentemente aveva dichiarato alla rivista Rolling Stone: “Se state con Salvini STRAPPATE le mie magliette e BRUCIATE i miei CD“. Immediata la replica di Salvini che con un tweet condiviso nel suo account ufficiale, aveva risposto a Salmo con un eloquente: “Mamma mia che tristezza, apri la mente, fratello! “.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *