Connect with us
Toto Cutugno Toto Cutugno

Musica

Toto Cutugno: un malore lo costringe a fermare il tour

Published

il

Un malore improvviso ha costretto Toto Cutugno a fermare. il tour. Nonostante la grande preoccupazione il cantante fa sapere che sta meglio.

Toto Cutugno ha annullato un concerto in Belgio nel fine settimana, in quanto colto da un malore improvviso. A tranquillizzare i fan sul suo stato di salute è stato lo stesso cantautore in una dichiarazione lasciata all’Ansa, lunedì 2 luglio,  dando la colpa del malore al caldo. Inoltre, lo staff dell’artista precisa che non si è trattato di un problema cardiaco, come invece riportato da alcuni media. Ricordiamo che il cantante aveva avuto dei problemi legati al cuore. Per quello che ne sappiamo, le sue condizioni sono stabili, e presto sarà dimesso per proseguire il tour in Italia e all’estero.

Toto Cutugno

Toto Cutugno: le rassicurazioni del cantante

Dopo il malore, Toto Cutugno ha deciso di parlare, lasciando un comunicato all’Ansa, per tranquillizzare i fan:

“Il caldo eccessivo di questi giorni ha causato un momentaneo stato di debolezza che mi ha costretto a non esibirmi in Belgio. Adesso sto bene qui in ospedale mi fanno sentire a casa, c’è una consistente percentuale di medici e infermieri italiani ma anche russi, insomma il mio pubblico mi sostiene e si prende cura di me”.
Poi il cantante continua, annunciando che il suo tour non si ferma, ma ritornerà sul palco al più presto:
“In settimana sarò dimesso e, dopo qualche giorno di riposo, riprenderò il tour internazionale”.

In questo momento Toto Cutugno si trova ricoverato all’ospedale di Liegi, in Belgio. Proprio nella cittadina belga di Seraing avrebbe dovuto esibirsi sabato 30 giugno al Festival della canzone italiana, evento gratuito organizzato dal centro culturale italiano del quale Cutugno era l’ospite d’onore. Ma, ad  annunciare per primo la brutta notizia del malore del cantautore è stato l’assessore allo sport e alla cultura della cittadina, Eric Vanbrabant.

 

 

Nata il 15 marzo 1993. Sono laureata in Scienze Politiche e amo scrivere e incatenare parole tra loro. Sono convinta che la cultura e le passioni salveranno il mondo. La politica, la musica e il cinema sono i miei bagagli nel viaggio della vita. Sono certa che il giornalismo sia l'arte più nobile, se fatto con amore, generosità e responsabilità.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *