Connect with us
Stranger Things Stranger Things

Netflix

Stranger Things: esiste la possibilità di uno spin-off sul passato di Hopper?

Published

on

Una delle caratteristiche più affascinanti di Stranger Things risiede proprio nella vastità dell’universo narrativo che stanno costruendogli intorno. Non si tratta, dunque, soltanto degli eventi rappresentati nella serie tv, ma anche di tutti gli approfondimenti esterni e canonici che stanno arricchendo un mondo mano a mano sempre più grande. 

Nel corso degli anni abbiamo visto la pubblicazione di fumetti e romanzi dedicati ad approfondire gli eventi precedenti alla trama principale, come la storia dedicata a Six (sei), atta a rivelare un punto di vista inedito per quanto concerne gli esperimenti che anche Undici ha vissuto, oppure il romanzo in cui viene approfondito il passato di Jim Hopper.

 Stranger Things

Partendo proprio da quest’ultima opera dedicata all’universo di Stranger Things, recentemente il suo autore Adam Christopher ha suggerito l’idea che le sue parole potrebbero essere trasportate sul piccolo schermo.

Nel corso di un’intervista con Metro.co.uk. lo scrittore, parlando del romanzo su cui ha lavorato (“Things Darkness at the Edge of Town”) ha rivelato di averlo volutamente sviluppato in maniera episodica così da poter essere trasporto in televisione.

“Il libro inizia a New York e include il blackout”

Ha detto lo scrittore di Stranger Things.

“Quando lo stavo scrivendo, avevo in mente la struttura episodica.”

“Quindi puoi immaginare se avessero fatto gli otto episodi come in Stranger Things, il blackout sarebbe stato il momento chiave dell’episodio 7 e 8. Quel ritmo e la struttura della storia si presterebbero perfettamente ad un adattamento”.

“Sappiamo dalla serie che era a New York, dato che Undici trova una scatola sotto il pavimento nella seconda stagione: questa è la prima vera chance che abbiamo avuto per guardare alla sua vita familiare prima che tutto cambiasse.”

Stranger Things

Parlando sempre del protagonista di Stranger Things ha poi continuato:

“La vita di Hopper è praticamente divisa a metà, prima del Vietnam e dopo il Vietnam, che è stata una parte importante della sua vita. Quando Sara è morta è diventata una storia antica, è diventata qualcosa di perso nel tempo. Questa è la prima volta in cui abbiamo la possibilità di vedere prima della morte di Sara. “

Anche se tutto sembrerebbe suggerire la fattibilità di questo spin-off, non vi è alcuna conferma ufficiale da parte di Netflix.

Fonte: DigitalSpy.

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *