The Umbrella Academy: Castañeda parla dell'evoluzione di Diego
Connect with us

Netflix

The Umbrella Academy: Castañeda parla dell’evoluzione di Diego nella seconda stagione

Published

on

Nelle ultime ore Castañeda ha rivelato qualche informazione riguardo l’evoluzione del personaggio di Diego nella seconda stagione di The Umbrella Academy.

L’evoluzione di Diego nella seconda stagione di The Umbrella Academy

Nelle ultime ore la star di The Umbrella Academy, David Castañeda, ha rivelato che il suo personaggio Diego potrebbe avere “un’insana evoluzione” all’interno della seconda stagione della serie.

La serie Netflix adattata da Gerard Way e basata sulla serie di fumetti di Gabriel Bá’s è uscita solamente un mese fa, ma i fan stanno aspettando con trepidazione la conferma di una seconda stagione.

Il personaggio interpretato da Castañeda, conosciuto anche come Numero Due e Il Kraken, nella prima stagione della serie targata Netflix ha dovuto fare i conti con la perdita della madre e di Patch; l’attore suppone quindi che questi eventi avranno un ruolo chiave nell’evoluzione del suo personaggio nelle probabili prossime stagioni.

L’attore, in un’intervista per The Hollywood Reporter, ha dichiarato infatti quanto segue:

“Una delle cose migliori di questa serie è lo sviluppo dei personaggi, ci vuole tempo prima che le persone possano superare i propri traumi. Mi piacerebbe vedere l’evoluzione di Diego. E’ riuscito a superare molte cose, ma ora ha perso sua madre e Patch. Potrebbe andare completamente fuori di testa o potrebbe semplicemente fare il ragazzino.”

Per il momento quindi siamo in attesa dell’annuncio del quasi certo rinnovo della serie di The Umbrella Academy. Blackman ha infatti annunciato in passato di avere in programma almeno quattro stagioni per la serie Netflix. Non ci resta che attendere.

Vi ricordiamo che la prima stagione di The Umbrella Academy è attualmente disponibile su Netflix

Per rimanere sempre aggiornati sulla sopracitata serie Netflix e sul mondo delle serie tv continuate a seguirci qui su Gogo Magazine e sulla nostra pagina e nel nostro gruppo Facebook.

Fonte: digitalspy.com

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *