Connect with us
automotive automotive

Tech

Al CES di Las Vegas in scena l’automotive più innovativo e tecnologico

mm

Published

il

Ancora in modalità ibrida a causa della risalita della curva dei contagi da Covid, il CES di Las Vegas resta comunque la prima in ordine cronologico e la più grande come organizzazione fiera dell’elettronica al mondo, con 160 Paesi rappresentati e 2.100 espositori. In aggiunta ai più importanti brand di informatica, smartphone e software, all’appuntamento statunitense non mancano mai Case e aziende operanti nell’automotive, che raccontano l’evoluzione tecnologica nel settore.

L’automotive di scena a Las Vegas

Anche quest’anno il CES 2022 è l’occasione per presentare il futuro della mobilità, che sarà sempre più integrata, connessa e, soprattutto, sostenibile: l’attenzione all’ambiente è evidente non solo nelle motorizzazioni – dove l’elettrico è ormai dominante – ma anche nello sviluppo di componenti per auto che si rivelano green e a ridotto impatto.

È il caso, in particolare, delle gomme auto: se già oggi il mercato presenta modelli con resistenza al rotolamento ridotta, realizzati con mescole e materiali meno impattanti sull’ambiente, come si può vedere anche sul sito e-Commerce EuroimportPneumatici, il domani di questo settore è ancora più improntato verso scelte verdi e sostenibili.

Gli pneumatici green di Continental

L’esempio più concreto è quello proposto da Continental, il colosso tedesco dell’automotive che ha portato a Las Vegas anche il suo ultimo prototipo nel campo pneumatici, chiamato Conti GreenConcept: come si intuisce dal nome, è una gomma completamente sostenibile, prodotta da una percentuale particolarmente elevata di materiali rinnovabili e riciclati, con un design innovativo che la rende comunque al vertice della categoria per doti di efficienza e sicurezza.

Entrando più nel dettaglio, questo modello speciale è creato con materie prime rinnovabili come la gomma naturale dal tarassaco, il silicato dalla polvere della pula di riso, così come oli e resine vegetali, e inoltre contiene anche un’alta percentuale di materiali riciclati – ricavati dal riutilizzo di diversi elementi, dalle bottiglie in PET alla gomma degli pneumatici usurati. In totale, il Conti GreenConcept è realizzato con un 52% di materiali rinnovabili e riciclati e rappresenta quindi un ulteriore passo di avvicinamento al grande obiettivo annunciato da Continental per il 2050, ovvero trasformare tutta la produzione di pneumatici utilizzando solo materiali sostenibili.

La tecnologia applicata alla mobilità

Al CES 2022 Continental ha portato anche altre innovazioni legate più in generale al tema della mobilità: in particolare, ha destato interesse il sistema Wrong Way Driver, che serve ad avvertire i conducenti di eventuali veicoli che viaggiano nella direzione sbagliata, grazie a una tecnologia di autoapprendimento che interagisce con le apparecchiature a bordo strada e riesce a definire la corsia e il senso di marcia del proprio e degli altri veicoli.

Molto interessanti anche i nuovi display ShyTech, disponibili in vari formati e finiture (che richiamano le venature del legno, la fibra di carbonio o la pelle per mimetizzarsi completamente all’ambiente dell’auto), che possono essere applicati in modo da non disturbare il conducente (visibili solo dall’angolo di visione del passeggero grazie alla tecnologia Switchable Privacy Display) oppure commutati in modalità pubblica, consentendo al guidatore e al passeggero di vedere insieme il contenuto selezionato.

Le soluzioni in mostra al CES 2022

Anche Bosch ha sviluppato tecnologie speciali applicate all’abitacolo e la Show Car esposta a Las Vegas mette in mostra tutte le novità del futuro, basate su cloud e sistemi di assistenza alla guida avanzati, per dare informazioni in tempo reale al guidatore, anche sulle condizioni stradali.

Particolarmente innovativo è il Virtual Visor, un’aletta parasole che integra un display digitale capace di rilevare la posizione degli occhi del conducente e di ridurre, di conseguenza, la luminosità in una porzione specifica per lasciare libero il resto dello schermo.

Sul fronte pratico, invece, Mercedes e BMW (tra le altre) si sfidano a colpi di motori elettrici. La Mercedes ha pronta l’auto Vision EQXX, uno dei prototipi elettrici più ambiziosi mai realizzati, che promette di raggiungere i 1.000 km di autonomia con una singola carica grazie a uno sviluppo improntato alla massima efficienza. Più vicino il debutto della BMW iX M60, la versione più sportiva del SUV elettrico con una potenza superiore ai 600 CV, in grado di assicurare prestazioni impressionanti con uno scatto 0-100 km/h inferiore ai 4 secondi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *