Connect with us
migliori app migliori app

Apps

Le migliori app per il 2020: quali sono i vecchi e i nuovi trend da seguire

mm

Published

il

Il settore delle app per smartphone e tablet marcia spedito mentre stiamo entrando sempre più nel vivo di questo particolare 2020. Un anno che sotto il profilo tecnologico, annuncia grandi novità e innovazioni, a partire proprio dal lancio, già annunciato da diverse settimane con una imponente campagna mediatica, della Playstation 5 Sony.

Per parlare delle app e delle nuove tendenze d’occhio è necessario fare un piccolo passo indietro per vedere come si era concluso il 2019, annata sicuramente positiva, specialmente nella seconda parte, per lo sviluppo di app mobile. Abbiamo spesso sentito parlare di argomenti affini come quello dell’intelligenza artificiale, dei dispositivi wearable e naturalmente anche del blockchain. Il blockchain ha caratterizzato in maniera evidente l’anno da poco concluso, visto che la tendenza verso le criptovalute è sempre più evidente, per effettuare pagamenti elettronici in modo sicuro, veloce e affidabile. 

Si è spesso detto un gran bene anche di realtà aumentata, tema che confina il più delle volte con i seguenti settori: gaming, dove trova il suo naturale e focalizzato sbocco, gli eSport, gli sport elettronici che stanno per diventare un punto di riferimento per le nuove generazioni di giocatori PRO e infine il gambling online. 

Proprio per il settore del gambling, le app di gioco sono diventate necessarie, visto che attualmente i device maggiormente utilizzati per questo contesto, risultano essere smartphone e tablet, dove il gioco viene maggiormente praticato dagli utenti attivi. Parliamo di realtà che operano nel settore dei siti di gioco legale come quello di www.casino.com che oggi offrono una vasta gamma di attrattive per i suoi clienti. Nella classifica delle app maggiormente scaricate relativa al 2020 il primo posto è saldamente nelle mani di IoT, ossia Internet of Things, sistema centralizzato che attraverso il nostro smartphone ci consente di controllare più dispositivi simultaneamente. 

Molto diffuso e utilizzato nel campo medico, ma non solo, l’Internet of Things rappresenta un cambio di guardia e una svolta per quanto riguarda il mondo delle app per come l’abbiamo conosciute e utilizzate fino a questo momento. Non è un caso se la stima sul 2020 per il suo utilizzo parla di circa 10 bilioni di dispositivi attivi e perfettamente funzionanti. Naturalmente c’è chi si è detto scettico e critico, verso il suo utilizzo, perché in effetti un cattivo funzionamento potrebbe compromettere una serie di dispositivi, creando una sorta di effetto domino, di non facile risoluzione. Il futuro delle app è però legato a questa tecnologia IoT, ai suoi sviluppi e al numero di utenti crescente, in maniera esponenziale. 

Meritano naturalmente una citazione anche le app che riguardano appunto AR e Vr. Le tecnologie di realtà aumentata e realtà virtuale, sono tornate prepotentemente protagoniste durante questo avvio del 2020. I numeri parlano chiaro anche qui: entro il 2023 ci saranno oltre 2 milioni e mezzo di utenti che faranno regolare utilizzo di app mobile per queste due realtà nel campo tecnologico. Siamo pronti per la rivoluzione digitale? Staremo a vedere.

Concludiamo con uno degli argomenti più discussi, analizzati e criticati durante questo 2020: la tecnologia 5G. L’aumento di rapidità per gli smartphone avrà sicuramente conseguenze anche per lo sviluppo delle nuove e dinamiche app. Si tratta però di capire meglio come questo discorso andrà a impattare in termini economici, di utilizzo effettivo e pratico. 

Come avrete sicuramente già visto e letto, il 2020 in termini di trend per app e tecnologia digitale mobile, rappresenta un vero e proprio spartiacque, a livello tecnologico per i dispositivi mobili di ultima generazione. C’è poi da capire meglio come si collocheranno nuove realtà emergenti come ad esempio Tiktok, che sta spopolando specialmente tra i più giovani, facendo tendenza e breccia anche tra le persone adulte lungo questo 2020.   

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *