Facebook: post offensivi o provocatori smetteranno di essere visibili
Connect with us
facebook post provocatori offensivi facebook post provocatori offensivi

Facebook

Facebook: post offensivi o provocatori smetteranno di essere visibili

Published

on

Facebook prosegue nella sua politica di rendere la sua piattaforma più sicura per gli utenti. Le sue ultime manovre prevedono di aggiungere delle risorse per individuare contenuti provocatori, offensivi o disinformativi e ridurne al minimo la visibilità.

 

Facebook contro i “contenuti borderline”

Grafico esposto da Facebook per descrivere come i contenuti borderline perderanno visibilità.

Facebook è costantemente al lavoro su come far risollevare la reputazione del suo social. La nuova forma di controllo che si intende applicare è quella dell’oscuramento dei cosiddetti contenuti “borderline“. Con questo nome l’azienda di Mark Zuckerberg intende tutti i post, immagini e gruppi che includono atteggiamenti violenti o razzisti, fake news e nudità completa o parziale.

Perciò verrà modificato l’algoritmo di Facebook che gestisce la visibilità di un contenuto. Di conseguenza tutti i post che rientrano nella precedente definizione appariranno molto meno frequentemente nelle Home dei nostri profili e nelle ricerche.

“Credo che l’impegno che mettiamo nell’inserire questi disincentivi nei nostri sistemi sia una delle parti più importanti del nostro lavoro”, dichiara lo stesso Zuckerberg. Infatti questa formula punta proprio a scoraggiare l’utente a produrre contenuti non consoni, piuttosto che a punirlo dopo averli pubblicati.

Proprio a riguardo delle moderazione dei profili che hanno pubblicato post borderline Facebook intende adottare un’altra strategia. Verrà infatti formato nei prossimi anni un gruppo di supervisione che svolgerà il ruolo di “Corte Suprema” del social. Questa si occuperà di prendere decisioni su contenuti o utenti più ostici da gestire quando l’attività dei singoli moderatori non riuscirà a risolvere la situazione.

Nato a Foligno (PG) il 18 settembre 1993, da sempre un inguaribile appassionato di scienze e tecnologia. Ha deciso di seguire la sua indole iscrivendosi alla facoltà di Ingegneria Informatica ed Elettronica all’Università degli Studi di Perugia, oltre a dedicarsi al campo della divulgazione scientifico-tecnologica come web-writer.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gogo Magazine è un periodico edito da Gogo Editore
    Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Velletri autorizzazione n. 13/2018 del 08/05/2018
    Direttore Responsabile: Andrea Fabiani

    Magazine potrebbe utilizzare contenuti immagine recuperati da internet e ritenuti di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati, gli autori, eventuali detentori di copyright od altri diritti si opponessero alla pubblicazione è possibile contattare la redazione (redazione@gogomagazine.it) per chiedere la tempestiva rimozione dei contenuti.

    Tutti i contenuti, salvo diversamente indicato, sono di proprietà di GogoVest SRL e distribuiti con licenza Creative Commons BY-NC-ND 2.5IT

    Copyright © 2018 Gogo Magazine è una proprietà di GogoVest SRL - Sede Legale: Via Salento, 61 - 00162 Roma | P.IVA IT14688251009