Connect with us

Android

Android P – avrà un nuovo aspetto ed abbraccerà il “notch” (la tacca)

Published

on

Il controverso notch (la capsula superiore) di iPhone X sicuramente ha ispirato Google per Android P;
oltre a quanto summenzionato, sarà presente una maggior integrazione di Google Assistant

Google ha ancora del lavoro serio da fare per convincere gli utenti Android ad aggiornare alla versione più recente – solo l’1,1% degli utenti Android utilizza Oreo – ma la società è già al lavoro su Android P, del quale si iniziano a sentire i primi rumors in un nuovo rapporto da Bloomberg.

Uno degli obiettivi principali di Android P è “migliorare l’aspetto del software” per meglio attirare gli utenti iPhone esistenti nella speranza che passino alla piattaforma di Google.
Una riprogettazione appariscente potrebbe aiutare i telefoni Android a distinguersi quest’anno, in particolare perché Apple si dice stia lasciando in sospeso il suo redesign fino al prossimo anno per concentrarsi su prestazioni e affidabilità in iOS 12.
Si dice anche che Google stia progettando il sistema operativo aggiornato per integrare meglio le famigerate “tacche” della fotocamera (appunto come il notch che si trova su iPhone X) poiché sempre più produttori di hardware adottano design a “lunetta ridotta”.
Inoltre, è il miglior supporto per diversi fattori di forma dei dispositivi Android, con funzionalità come schermi multipli (come ZTE Axon M) e schermi pieghevoli (su cui si dice che Samsung lavorerà per la fine di quest’anno).


Ovviamente, si dice che
Google stia pianificando di incorporare ulteriormente Assistant in Android:
la società sta considerando di permettere agli sviluppatori di terze parti di integrare direttamente Assistant nelle proprie app.
L’assistente potrebbe anche essere aggiunto all’onnipresente barra di ricerca di Google nella schermata iniziale, sebbene nessuna di queste decisioni sia ancora finalizzata.
Google probabilmente annuncerà Android P con un’anteprima dello sviluppatore a Marzo e con una presentazione più formale al Google I / O a Maggio prima di rilasciare il software finale a tutti gli utenti in autunno.
Sfortunatamente, data la natura storicamente frammentata dello sviluppo di Android, è improbabile che la maggior parte dei dispositivi Android (a meno che non abbiano la frase “Google Pixel” nel loro nome) presenti sul mercato oggi riceverà effettivamente gli aggiornamenti per Android P.

FONTE: TheVerge

Seguici su Facebook

  • Gogo Magazine potrebbe utilizzare contenuti immagine recuperati da internet e ritenuti di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati, gli autori, eventuali detentori di copyright od altri diritti si opponessero alla pubblicazione è possibile contattare la redazione (redazione@gogomagazine.it) per chiedere la tempestiva rimozione dei contenuti.

    Copyright © 2017 Gogo Magazine, un progetto di PolyGogo - marketing@polygogo.com