Connect with us
Spotify gratis Spotify gratis

Curiosità Tech

Spotify gratis, sarebbero 2 milioni gli utenti non paganti che ascoltano comunque la musica

Published

on

A quanto pare i metodi per avere Spotify gratis non sarebbero finiti. Molti utenti continuano a non pagare l’applicazione, ma starebbero ancora ascoltando la musica da Spotify in qualche maniera illegale.

Spotify offre da sempre lo streaming on demand di una selezione di brani di varie case discografiche. Nelle ultime settimane si è però molto discusso di una moltitudine di utenti, che si è scoperto essere quasi 2 milioni, i quali avrebbero utilizzato un’app illegale collegata a Spotify che li avrebbe permesso di fruire del servizio di Spotify gratis sul proprio mobile.

Spotify gratis logo

Per diversi motivi, in particolare perdita di denaro potenziale con gli abbonamenti e imminente quotazione in Borsa a Wall Street, prevista per il 3 aprile 2018, Spotify ha bloccato tantissimi account cosiddetti “illegali”, eppure la faccenda sembra ripetersi con costanza.

A quanto pare il problema sembra difficile da debellare al 100%. Ciò è davvero un peccato dal momento che Spotify gratis è predisposto solo per i computer ma non per gli smartphone. E l’azienda ha portato in Italia ma come nel resto del mondo, un servizio davvero eccezionale che garantisce enormi opportunità a tutti sia cantanti che ascoltatori.

A quanto sarebbe emerso dunque:

“Spotify ha dichiarato che sono ben 2 milioni gli utenti che non pagano l’abbonamento a Premium anche se lo utilizzano”.

Purtroppo, una S.p.a (società per azioni) non fa una bella figura con gli azionisti se non dovesse porre fine definitivamente al problema degli account illegali che in qualche maniera riescono sempre a saltare fuori. La faccenda di Spotify gratis potrebbe creare disagi alla società stessa.

Dunque, non resta che attendere qualche giorno per scoprire se il 3 aprile farà il suo debutto nel mercato azionario nonostante questa faccenda.

Laddove ci dovessero essere rallentamenti o ritardi, probabilmente ciò sarà dovuto alla continua risoluzione del problema appena citato.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *