Connect with us
playstation 3 controller playstation 3 controller

Videogame

Chiusura negozi Playstation 3, Playstation Vita e Playstation Portable: quali giochi spariranno?

mm

Published

il

Tutti i videogiocatori avranno ormai già sentito parlare della chiusura dei negozi virtuali delle vecchie console Sony, in particolare Playstation Portable, Playstation Vita e Playstation 3, ma cosa comporta di preciso? Vediamo insieme cosa succederà e quali sono i giochi da acquistare prima che sia troppo tardi.

La data per la chiusura del Playstation Store su Playstation 3 e Playstation Portable è stata il 2 luglio 2021 mentre gli utenti che dispongono di una PS Vita avranno fino al 27 agosto 2021 per finalizzare l’acquisto di prodotti che vogliono giocare sulla propria console. La decisione della chiusura dei server è stata presa principalmente perché tenerli attivi ha inevitabilmente un costo e con l’uscita recente di Playstation 5 Sony si sta preparando a supportare la nuova console, lasciando ormai andare quelle più vecchie. Da un punto di vista puramente commerciale è una logica che ha indubbiamente senso, tuttavia molti sono gli utenti delusi per questa decisione, soprattutto perché molti titoli, vecchie glorie e prodotti esclusivi in digital download non saranno più facilmente accessibili.

La preservazione della memoria storica dei videogame è un concetto che muove oggi i suoi primi passi e non tutte le compagnie hanno a cuore la salvaguardia del passato, prodotti che ormai non è più possibile trovare in formato fisico, se non a prezzi stratosferici, diverranno totalmente inaccessibili ai più con la chiusura dei server, tuttavia c’è un modo per evitare il peggio.

playstation game

Cosa succederà ai giochi acquistati?

Tutti i prodotti che avete precedentemente comprato sulle rispettive console resteranno ancora vostri e potranno essere nuovamente scaricati in qualsiasi momento, sarà inoltre possibile riscattare voucher per l’abbonamento Playstation Plus, così come tutti i giochi riscattati gratuitamente a cadenza mensile grazie al suddetto abbonamento. Questa buona notizia ci porta a una seconda considerazione, ovvero la possibilità di acquistare tutti i giochi a cui siete interessati prima che il Playstation Store chiuda per sempre: una volta pagati saranno aggiunti al vostro profilo e potrete scaricarli tutte le volte che volete.

Quali giochi conviene acquistare?

Molti prodotti sono ancora disponibili in formato fisico, come copie usate per esempio, ma se parliamo di giochi inaccessibili se non in formato digitale, allora esistono alcuni titoli specifici che potreste voler acquistare. L’impatto della chiusura farà sparire ben 2.200 giochi digitali, 138 di questi in modo definitivo, come per esempio inFamous: Festival of Blood, distribuito solo in formato digitale per Playstation 3. Quelli di difficile accesso, magari perché riedizioni digitali di vecchi giochi sono invece classici come Final Fantasy Tactics: The War of The Lions in versione PSP, o il gioco di ruolo giapponese Lunar: Silver Star Harmony, così come Valkyria Chronicles 2, altra esclusiva per Playstation Portable.

I classici giapponesi usciti sulla prima Playstation sono proprio i giochi più colpiti, spariranno infatti Xenogears, Parasite Eve e Parasite Eve 2 ma anche Chrono Cross e Breath of Fire IV, titoli che gli europei hanno potuto giocare solo grazie al digital download dato l’elevato costo di versioni import provenienti dagli Stati Uniti o dal Giappone. Consigliamo quindi di recarsi sui rispettivi store digitali, direttamente dalla propria console dato che la visualizzazione degli stessi tramite web è stata ormai da tempo disattivata, per acquistare tutti i prodotti per cui potreste avere interesse prima che sia troppo tardi.

L’emulazione non è una soluzione

Molti utenti potrebbero dire che emulare questi titoli è l’unico modo per giocarli, tuttavia si tratta di una pratica illegale che non dovrebbe essere perpetrata da chi ha davvero a cuore il futuro del media. Se da un lato tale affermazione è corretta, dall’altro senza il mondo dell’emulazione molte glorie del passato sarebbero oggi perse tra i flutti del tempo, per la mancanza di attenzione che le stesse software house hanno per i propri prodotti. La chiusura dei negozi Playstation, almeno per console ormai datate, è solo l’ultimo chiodo nella bara del media ed è una situazione con cui gli utenti dovranno convivere a partire da questa estate.

Addio al retrogaming

Il futuro è sempre più proiettato verso giochi nuovi e anche i vertici di Sony Playstation – come dichiarato da Jim Ryan, President & CEO, Sony Interactive – non hanno interesse per il retrogaming. Se anche voi la pensate allo stesso modo vi ricordiamo che su Gaming Radar potete trovare recensioni sui titoli recenti e periferiche da sfruttare con la vostra console, sia essa Playstation 4, Playstation 5 (per i fortunati che sono riusciti ad acquistarne una) o anche Xbox One e Xbox Series S/X.

Direttore editoriale di Gogo Magazine e co-fondatore di GogoVest Srl. Appassionato di storytelling e strategie di comunicazione online.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *