Connect with us
destiny stagione degli eletti destiny stagione degli eletti

Game Review

Destiny 2: Oltre la Luce | Le nostre impressioni sulla Stagione degli Eletti

Published

il

La Stagione degli Eletti è stata rilasciata da qualche settimana e noi siamo pronti a darvi il nostro giudizio sui nuovi contenuti.

Ormai da qualche settimana, Bungie ha rilasciato la Stagione degli Eletti, nuova stagione di “Destiny 2: Oltre la Luce” che vede i giocatori alle prese con una nuova minaccia. La Stagione degli Eletti durerà fino al prossimo 11 maggio e fornisce ai giocatori tanti nuovi contenuti tra i quali nuovi assalti, equipaggiamento e nuove sfide. In questi giorni abbiamo avuto modo di esplorare i Campi di Battaglia, nuova aggiunta del titolo Bungie e oggi siamo pronti a parlarvene in maniera più dettagliata.

Con la fine della Stagione della Caccia, ha fatto il suo ritorno all’interno dei ranghi dei Guardiani il personaggio di Uldren Sov, adesso conosciuto con il nome di Corvo. Con l’arrivo della Stagione degli Eletti però, seguiamo una direzione diversa e conosciamo la figlia dell’Imperatore Calus, Caiatl, che per proteggere il popolo dei Cabal da Savathun e dall’Oscurità, decide di proporre un’accordo di pace ai Guardiani. I nuovi contenuti hanno infatti inizio con un incontro tra il Comandante Zavala e Osiride e la stessa Caiatl, che propone un’alleanza in cambio della sottomissione dei Guardiani al suo impero. Zavala rifiuta e Caiatil risponde con una minaccia: “guerra sia“.

stagione degli eletti caiatl

A partire da questo momento quindi, i Guardiani devono sfidare i campioni Cabal scelti da Caiatl in un susseguirsi di incontri in stile Arena ad ondate, denominati “Campi di Battaglia“. Queste sfide sono state pensate per essere affrontare in tre giocatori e Bungie ha infatti inserito in ognuna di esse la funzione di matchmaking. Durante le battaglie, i Guardiani devono distruggere tre generatori fino ad arrivare allo scontro finale con il Boss. A nostro parere, questa tipologia di gameplay è un po’ meno interessante delle classiche missioni di trama e fin troppo ripetitivo. Gli obiettivi rimangono sempre gli stessi e l’unico cambiamento è il campo di battaglia. Si tratta comunque di sfide di alto livello, che non mancheranno di intrattenere i giocatori.

Con La Stagione degli Eletti, abbiamo visto il ritorno degli assalti “La Tana dei Diavoli” e “D.A.G.A“; inoltre a stagione inoltrata verrà inserito l’assalto Terreni di Prova che contrapporrà i campioni dell’umanità al migliore fra le schiere cabal per determinare le sorti dell’Ultima Città.

Altro nuovo contenuto inserito da Bungie con la nuova stagione è l’Impresa Esotica “Racconto dell’Uomo Morto“, disponbile per tutti i possessori del Pass Stagionale. Attraverso questa missione speciale, i Guardiani possono entrare in possesso di un nuovo fucile da ricognizione esotico. La missione prevede l’esplorazione di una nave Cabal alla deriva, dalla quale è partita una richiesta d’aiuto. Una volta sul posto i giocatori devono confrontarsi con gli Infami e con alcuni puzzle, ormai tipici del brand. La missione è a nostro parere uno dei contenuti migliori di questa nuova stagione.

destiny helm

La Stagione degli Eletti ha portato con sé anche un nuovo hub, in stile “sala della guerra” chiamato H.E.L.M. dove i giocatori possono preparare la loro strategia di attacco insieme a Osiride e Corvo. Sempre all’interno di quest’area è possibile decodificare gli Engrammi Ombrosi, reinseriti all’interno del gioco. Insieme ad essi questa volta troviamo il Martello della Prova, che accompagnerà i giocatori nelle missioni dei Campi di Battaglia.

Al livello di quantità dei contenuti non siamo rimasti delusi, ma a nostro parere questa stagione è solamente un piccolo intermezzo nel progetto pensato per Oltre la Luce. La trama generale non procede più di tanto e il personaggio di Caiatl potrebbe avere un ruolo di maggiore rilievo nelle prossime stagioni. L’Oscurità continua a incombere e noi attendiamo di poterci nuovamente confrontare con essa.

Videogiocatrice fin dall'infanzia, prediligo RPG e avventure grafiche ma non disdegno alcun tipo di genere. Per seguire questa mia grande passione ho deciso di iniziare questo nuovo cammino come articolista, sperando un giorno di poter partecipare ad alcuni degli eventi più importanti dell'ambiente videoludico in qualità di giornalista.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *