Connect with us
doom eternal data uscita doom eternal data uscita

Game News

DOOM Eternal: i 5 demoni più ostici da affrontare

mm

Published

il

Scoprite assieme a noi i 5 demoni più tosti che contraddistinguono l’adrenalinica esperienza che risponde al nome di DOOM Eternal.

Conoscere a fondo il proprio nemico è indispensabile per affrontare al meglio le minacce che vi si paleseranno davanti in DOOM Eternal. L’eroico DOOM Slayer deve infatti affrontare sia demoni già noti, avendoli incontrati e malridotti nel capitolo precedente del 2016, ma anche dei nuovi già pronti a far letteralmente a brandelli l’anima e il corpo del protagonista dell’iconico shooter in prima persona.

Quale di loro è il vostro preferito? Perché non condividere le vostre impressioni sulla pagina Facebook ufficiale del gioco? Intanto vi proponiamo la lista dei 5 più tosti da combattere.

Mancubus & Cybermancubus

Iniziamo la nostra breve carrellata demoniaca portando alla ribalta un avversario già noto ai più che, ne siamo certi, darà non pochi grattacapi anche in DOOM Eternal: il flaccido e possente Mancubus, con una variante più tecnologica e corazzata denominata per l’appunto Cybermancubus. Parliamo di un demone dalle ingenti dimensioni che, per farci letteralmente saltare in aria, ha in dotazione due potenti cannoni al posto delle braccia che emettono scie infuocate e non solo. Cliente scomodo.

doom eternal mancubus

Barone Infernale

Colpo al cuore per i fan di lunga data delle serie targata Bethesda e id Software. Rinnovato ancor più in velocità e potenzia (e si è visto bene nel capitolo del 2016), il Barone Infernale sarà un vero e proprio guaio da risolvere anche in DOOM Eternal. Raffigura perfettamente la figura immaginaria di un demone grazie alle sue fattezze, alla sua muscolarità e, infine alla sua perenne aggressività nel caricare a testa bassa il proprio nemico. Armi in spalla, sarà dura affrontarlo…. Soprattutto se accompagnato da un suo simile.

doom eternal barone infernale

Doom Hunter

Presentato ufficialmente in occasione del QuakeCon 2019 di Londra, il Doom Hunter è una vera e propria new entry all’interno di DOOM Eternal. Composto da un ammasso putrido di carne sanguinolenta e tecnologia d’avanguardia, che richiama alcune delle dotazioni/armatura dello stesso Slayer, il lugubre demone volerà spedito essendo dotato di “propulsori” per muoversi e di un arsenale semplicemente minaccioso: armi da taglio, da difesa e potenti missili a ricerca pronti a farci del male. Preparate la vostra bocca di fuoco migliore, vi servirà.

doom eternal doom hunter

Marauder

Altra aggiunta inedita al roster demoniaco di DOOM Eternal, l’origine del Marauder è avvolta nel mistero ed anche la sua effettiva potenza. L’infernale nemesi è un vero e proprio colosso ben prodotto da una solida armatura, che richiama quella del Doom Slayer nella composizione e colore, e da un’insolita ascia-laser pronta a farci letteralmente a piccoli pezzettini. Un demone pronto a ogni evenienza che darà non pochi grattacapi sul campo di battaglia, sarà un osso duro.

doom eternal marauder

Carcass

Carcass è un nuovo nemico demoniaco presente in DOOM Eternal. Parliamo di un nemico dalle fattezze e delle abilità alquanto bizzarre visto che, sebbene l’origine sia attualmente ignota, assomiglia a un essere umano, in stato di sovrappeso, potenziato ciberneticamente per il combattimento dalla UAC (Union Aerospace Corporation). Tale forma permette una grande agilità, grazie alle sue quattro gambe robotiche che richiamano quelle di un ragno, e delle peculiari abilità quali un’onda sonora e uno scudo utile a respingere i nostri attacchi. Pronti ad affrontarlo?

doom eternal carcass

Avete anche voi la vostra personale classifica? Fatecelo sapere sulle pagine di Gogo Magazine.

Gamer cresciuto all'ombra del tubo catodico, sia in casa che in sala giochi, amante del Giappone in ogni sua forma, traduttore freelance e aspirante musicista non ancora pronto ad appendere lo strumento al chiodo. Dopo quasi un decennio trascorso a scrivere di videogiochi da semplice blogger, sono pronto ad intraprendere una nuova avventura editoriale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *