Connect with us

Approfondimenti

Stasera in tv – Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban: la teoria su Grattastinchi che non tutti conoscono

Published

on

Grattastinchi, il gatto di Hermione Granger, al centro di un’interessante teoria 

Con l’arrivo questa sera in tv di Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, in onda su Canale 5 alle 21:21, vogliamo ripescare dai meandri del web, una teoria che si aggirava qualche tempo fa su internet. La teoria riguarda niente poco di meno che Grattastinchi, il gatto rosso di Hermione, che nel terzo film della saga cinematografica appare costantemente all’inseguimento del topo di Ron, Crosta 

Ebbene, tempo fa in rete era circolata l’ipotesi che il gatto fosse lo stesso appartenuto alla famiglia di Harry Potter, quando lui aveva un anno. Ma andiamo per gradi.  

Quando Hermione acquista Grattastinchi nel negozio di animali di Diagon Alley, le viene detto dal proprietario che quel gatto è lì da tempo immemore, e che nessuno lo ha mai voluto comprare. Il che, se fosse realmente lo stesso felino appartenuto ai Potter, tornerebbe visto che avrebbe 13 anni. Un’età abbastanza lunga per un gatto.  

Ma dove viene detto che i genitori di Harry avessero un animale da compagnia? 

Nel settimo libro della saga, Harry Potter e i Doni della Morte, Harry fa ritorno a Grimmould Place – la vecchia casa del suo padrino Sirius Black – e mentre è in cerca di indizi sugli Horcrux, il giovane mago si imbatte in una lettera di Lily (sua madre) in cui ringrazia Sirius per il regalo che aveva fatto al piccolissimo Harry per il compleanno. Il regalo era una scopa giocattolo, con la quale – dice Lily – aveva quasi investito il gatto.  

A convalidare l’ipotesi che Grattastinchi fosse il gatto dei Potter, ci sarebbe anche il modo in cui questo si approcciava a Crosta – in realtà Peter Minus, il traditore – e a Sirius Black. Se infatti il felino non aspettava altro che uccidere il topo di Ron, dall’altro ha sempre avuto un feeling speciale con Sirius (anche in forma di Animagus, un cane nero)come scritto nei libri. Ciò confermerebbe che Grattastinchi sapesse già chi fossero i due uomini e chi dei due fosse in realtà il traditore. 

Grattastinchi

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

Teoria attendibile? 

Ora, viene da chiederci se questa teoria del complotto sia attendibile o meno. Se da un certo punto di vista potrebbe considerarsi possibile, dall’altra tuttavia c’è un piccolo dettaglio che smonterebbe completamente tale ipotesi.  

Se, infatti, Grattastinchi si trattasse realmente del vecchio gatto dei Potter, quando Sirius lo avesse incontrato lo avrebbe riconosciuto subito e – di certo – lo avrebbe detto a Harry e a Hermione 

Grattastinchi ha dei poteri? 

Il fatto che il gatto di Hermione abbia saputo riconoscere Crosta come Peter Minus, deriva dalla sua natura. Grattastinchi infatti non è altro che l’incrocio tra un Kneazle (una creatura simile a un gatto con la coda di leone) un gatto domestico, per questo in grado di individuare subito i pericoli (in questo caso Minus). Una delle abilità dei Kneazle infatti, è quella di essere molto intelligenti e di saper distinguere i tipi (o topi) sospetti.  

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *