Connect with us
Loro 1 - Berlusconi Servillo Loro 1 - Berlusconi Servillo

Cinema

Loro 1: Sorrentino racconta Berlusconi tra finzione e realtà (VIDEO)

Published

on

Il nuovo film di Paolo Sorrentino, Loro 1, uscito nelle sale cinematografiche il 24 aprile, racconta con un mix di finzione e realtà, alcune vicende della vita di Silvio Berlusconi.

Loro 1 - Berlusconi Servillo

Toni Servillo, Elena Sofia Ricci – Loro 1

Ecco una clip tratta da Loro 1:

Un Sorrentino che non ci saremmo mai aspettati, quello di Loro 1, la sua nuova pellicola. 

Loro 1 è la storia di due uomini: Berlusconi, il politico più discusso degli ultimi anni e Silvio, un uomo egocentrico, complesso e dalle idee chiare, che è pur sempre un uomo. Questi sono “loro”, i due protagonisti del film, la cui storia è al limite tra verità e probabilità e viene raccontata dal regista in modo grottesco, violento e, in un certo senso, compassionevole.

Due uomini magistralmente interpretati da Toni Servillo, che fa di Loro 1 il suo grande teatro e tanti altri personaggi, che, con gesti ed espressioni ci aiutano a comprendere ancora di più chi sia il politico e chi l’uomo.

Il film è già stato definito in vari modi: decadente, blando, arrogante e perfino noioso. Forse, prima di poter giudicare la pellicola è necessario aspettare il 10 maggio 2018, data in cui uscirà la seconda parte, intitolata Loro 2. 

Quello che è certo è che Loro 1 ha già fatto colpo su moltissime persone: c’è chi lo considera un prodotto di ottima qualità e chi invece lo ritiene mediocre, ma ciò che conta è che il film è ormai molto discusso e questo significa che ha funzionato alla grande.

Se avete intenzione di guardare Loro 1, non aspettatevi il biopic di Berlusconi: sappiate che il film cerca di raccontare alcuni eventi (reali ed immaginari) della sua vita attraverso altri personaggi; personaggi che sono un pò uomini e un pò comparse, un pò maschere un pò carne ed ossa.

“Volevo raccontare una certa tipologia di italiano che è nuovo e al tempo stesso antico: anime di un purgatorio immaginario e moderno che stabiliscono, sulla base di spinte eterogenee quali ambizione, ammirazione, innamoramento, interesse, tornaconto personale, di provare a ruotare intorno a una sorta di paradiso in carne e ossa: un uomo di nome Silvio Berlusconi.”

All’inizio del film viene infatti specificato, con la classica didascalia iniziale, che molti dei personaggi sono inventati, ma che ce ne sono anche altri che rappresentano persone vere.

Nel film di Sorrentino è un pò “tutto documentato, tutto arbitrario”, come diceva Giorgio Manganelli, la cui citazione è utilizzata proprio nell’incipit di Loro 1.

Non si tratta quindi di un documentario, bensì dell’interpretazione soggettiva di una persona e non di un personaggio.

Insomma, se non avete ancora visto Loro 1, preparatevi ad assistere ad un’opera particolare, eccentrica ed esagerata, grazie a scene improbabili e ad una colonna sonora intensa e coinvolgente.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *