Connect with us
Gaia nuvole di zanzare testo Gaia nuvole di zanzare testo

Musica

Gaia – Nuvole di Zanzare: testo e video

Published

il

Gaia – Nuvole di Zanzare: testo. Ecco il singolo con cui la cantante lancia il suo nuovo disco. Leggi il testo e guarda il video ufficiale del brano. 

Esce il 1° ottobre in radio e su tutte le piattaforme digitali “Nuvole di zanzare”, il nuovo singolo di Gaia che anticipa l’album “Alma”, in uscita il 29 ottobre. La calda e armoniosa voce di Gaia contribuisce a disegnare uno scenario in cui chi ascolta viene immerso in un’atmosfera chill ornata di lievi percussioni e arpeggi di chitarra. “Nuvole di zanzare” porta con sé il sapore di un’estate che sta finendo e che lascia spazio a un nuovo inizio. Nell’aria di settembre, in cui si vivono le ultime giornate calde e l’atmosfera frenetica della città combatte la scia di spensieratezza e indolenza che la stagione estiva lascia dietro di sé, si sente la necessità di riempire gli spazi vuoti, di dare un senso alla noia.

Ecco video e testo del brano.

(Guarda il video ufficiale su Youtube)

Gaia “Nuvole di Zanzare” testo

Ho un ingorgo nella testa
come il traffico di punta giù in città
sembra un’orchestra di sirene, grida, clacson
e continuerò a farti la guerra
anche se so che non vinci mai
spero che tu mi dia retta
perché ho già abbastanza guai di mio
e nelle orecchie c’è un ronzio

Nuvole di zanzare non ci danno tregua
seguono il bagliore dei tuoi occhi
come lampioni di sera
che scema
pensavo di prendere sonno e non posso se sei qui con me
e lo so già che non mi passa
e lo so già che mai mi passerà
e si unirà il nostro respiro e suonerà una nota sola

Mi rigiro dentro al letto
bicchiere d’acqua e tangerine
ma sento che mi manca l’aria in questa stanza
guardo fuori è già mattina
e continuerò a tenerti testa
anche se non ti convinco mai
spero che tu mi dia retta perché ho già abbastanza guai di mio
e nelle orecchie c’è un ronzio

Nuvole di zanzare non ci danno tregua
seguono il bagliore dei tuoi occhi
come lampioni di sera
che scema
pensavo di prendere sonno e non posso se sei qui con me
e lo so già che non mi passa
e lo so già che mai mi passerà
e si unirà il nostro respiro e suonerà una nota sola

È strano che non ci pensiamo
ma un battito di ali
può scatenare un uragano nei posti più lontani

Nuvole di zanzare non ci danno tregua
seguono il bagliore dei tuoi occhi
come lampioni di sera
che scema
pensavo di prendere sonno e non posso se sei qui con me
e lo so già che non mi passa
e lo so già che mai mi passerà
e si unirà il nostro respiro e suonerà una nota sola

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *