Connect with us

News

#Beautyligo: il filtro Instagram di Kasia Smutniak che simula la vitiligine

mm

Published

il

La bellezza della diversità: questo è #Beautyligo, filtro Instagram creato e lanciato oggi da Kasia Smutniak. 

View this post on Instagram

Non è passato nemmeno un anno da quando ho postato la mia prima foto con la vitiligine. Quel momento di timore e di incertezza per il “dopo”, non lo scorderò mai. Da un lato ero fiera di aver mostrato una nuova me, dall’altro avevo paura di non essere accettata, nel mio lavoro per esempio o di sentirmi derisa, osservata. E sapete cosa è successo dopo? Nulla. Non è successo proprio nulla. O meglio, nulla di eclatante. Sono arrivati tanti commenti di sostegno e di condivisione. E ne sono seguiti altri e altri ancora, ma soprattutto, io ho smesso di vedere le macchie. Proprio come i nei. Sai che ci sono, però non ci fai tanto caso. Perché è naturale e fanno parte di te. Oggi posso dire che la vicinanza delle tante persone con la mia stessa “particolarità” è stata preziosa per il mio percorso. Poi un giorno ho pensato: “Esistono centinaia di filtri Insta che ti rendono più bello, più brutto, più gatto, più astronauta o più non so che cosa. … perché non fare un filtro di bellezza che ti fa vedere come saresti con la vitiligine”? E così mi sono messa al lavoro per realizzare il mio filtro di bellezza che ho chiamato #Beautyligo e sarei felice se lo provassimo tutti, in omaggio alla bellezza della diversità. Un tema che, vitiligine o no, mi sta molto a cuore. Trovi il filtro nelle stories o nella sezione “filtri” sul mio profilo (quella faccina che brilla insomma) prendi la posa, sentiti bell@ e scatta la foto: più siamo, meglio è. #Beautyligo #labellezzadelladiversità

A post shared by Kasia Smutniak (@lasmutniak) on

#Beautyligo, l’idea di Kasia Smutniak

È passato un anno da quando Kasia Smutniak, attrice di indubbio talento ed altrettanta bellezza che abbiamo visto di recente in Diavoli, ha raccontato pubblicamente (sul suo Instagram personale) di avere la vitiligine. Un annuncio che ha raccolto l’affetto e gli apprezzamenti di tantissime persone, unite (e non) dallo stesso problema. Oggi la Smutniak, sempre su Instagram, ha parlato dei momenti successivi a quella rivelazione, delle sue paure, del suo coraggio. E della sua voglia di fare qualcosa. Queste le sue parole:

«Quel momento di timore e di incertezza per il “dopo”, non lo scorderò mai. Da un lato ero fiera di aver mostrato una nuova me, dall’altro avevo paura di non essere accettata, nel mio lavoro per esempio, o di sentirmi derisa, osservata. E sapete cosa è successo dopo? Nulla. Non è successo proprio nulla. O meglio, nulla di eclatante. Sono arrivati tanti commenti di sostegno e di condivisione. E ne sono seguiti altri e altri ancora, ma soprattutto, io ho smesso di vedere le macchie. Proprio come i nei. Sai che ci sono, però non ci fai tanto caso. Perché è naturale e fanno parte di te.»

Beautyligo Kasia Smutniak

Il filtro Instagram che racconta la bellezza della diversità

Kasia Smutniak, forte dell’energia raccolta in un anno da quell’annuncio, oggi ha deciso di lanciare #Beautyligo, un filtro di bellezza Instagram che permette a tutti di vedersi con la vitiligine. E perché no, riscoprirsi più belli nella diversità. Una campagna di sensibilizzazione al tema rivolto a tutte le persone che convivono con la vitiligine, per farle sentire meno sole, meno insicure. Ma anche a tutti quelli che la vitiligine non ce l’hanno e la sperimentano sul proprio viso per la prima volta grazie al filtro dell’attrice. Per far capire che imperfetto è bello, che imperfetto è in qualche modo perfetto. E soprattutto che bisogna imparare ad accettarsi per quello che si è.

«Un giorno ho pensato che esistono centinaia di filtri Instagram che ti rendono più bello, più brutto, più gatto, più astronauta o più non so che cosa… perché non fare un filtro di bellezza che ti fa vedere come saresti con la vitiligine?  E così mi sono messa al lavoro per realizzare il mio filtro di bellezza #Beautyligo e sarei felice se lo provassimo tutti, in omaggio alla bellezza della diversità. Un tema che, vitiligine o no, mi sta molto a cuore.»

Una bella iniziativa, un buon utilizzo dei social. Un’idea preziosa, delicata ma determinata: complimenti sinceri a Kasia Smutniak.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *