Connect with us

Netflix

Bojack Horseman: 5 Buoni motivi per guardare la quinta stagione (NO SPOILER)

Published

il

Bojack Horseman è una di quelle serie tv che ha segnato tutti quelli che l’hanno guardata, tutti coloro che hanno avuto il coraggio di entrare nei meandri contorti e profondi che la disegnano, andando oltre qualsivoglia stereotipo legato all’animazione e ai modelli ad essa legati. Adesso, dopo aver sorpreso e colpito duro è pronta per nuovi sviluppi, da oggi su Netflix.

Bojack Horseman

Il fascino di Bojack Horseman risiede proprio in quei dettagli introspettivi e umani che vanno a disegnare il protagonista e il mondo intorno a lui costruito (ed anche fuori, dato che è iscritto su twitter   e Instagram). Tutte le debolezze e le riflessioni generali hanno da sempre posto questa serie su un piano ben più alto, rispetto a prodotti paralleli.
Bojack Horseman narra le vicende di un attore di età avanzata che deve riuscire a sollevarsi dagli antichi fasti che hanno caratterizzato la sua passata carriera, ri assemblare i pezzi di se stesso e andare avanti, evolversi e crescere. La crescita in Bojack Horseman è uno dei temi portanti in relazione alla figura dell’attore e del successo. Il tutto rappresentato attraverso uno stile animato riconoscibile, se non unico, d’ispirazione a Corneille e ai suoi animali antropomorfi. Questa scelta estetica tocca anche tematiche di denuncia sociale in alcuni frangenti molto interessanti, con questi animali che vivono da esseri umani e sbagliano come tali.
In Bojack Horseman (Will Arnet)  troverete anche numerosi altri personaggi: Todd Chavez (Aaron Paul), Princess Carolyn (Amy Sedaris), Dyane Nguyen (Alison Brie), Mr. Peanutbutter (Paul F. Tompkins), tutti rappresentati attraverso una patina comica leggera che sfiora sempre il dramma. Storie parallele e non meno importanti di quelle del protagonista.

Attenzione, non ci troviamo davanti ad una serie semplicemente Comedy, Bojack Horseman tocca anche tematiche profonde e oscure e scomode…

Dalla giornata di ieri è ufficialmente disponibile la stagione 5  su Netflix, per intero. Sarà composta da 12 episodi e riprenderà quanto vissuto al termine della quarta stagione, portando nuovi e succulenti dettagli imperdibili.
Bojack Horseman è una di quelle serie da non sottovalutare affatto, da guardare e riguardare finanche a studiarla.

Bojack Horseman

Eccovi 5 buoni motivi, privi di spoilers, per guardare questa nuova stagione di Bojack Horseman:

1- Lo studio approfondito di determinati frangenti:

Questa non è mai stata una serie superficiale, la scrittura a muoverne i fili è da sempre andata oltre mettendo in evidenza l’elemento umano e introspettivo, ponendo la storia su un piano più adulto. In questa quinta stagione di Bojack Horseman non avremo limiti all’interiorizzazione approfondita, scoprendo sempre nuovi dettagli inediti, debolezze e curiosità sui personaggi che seguiamo e stimiamo da anni.

2- I piccoli dettagli estetici e non a legare le situazioni:

Bojack Horseman è da sempre stata una serie studiata, da seguire con attenzione e con una continuità da non sottovalutare mai. Tutto ciò è manifesto sia dai dettagli estetici ricorrenti, sia  dalle frasi che riconducono ad aneddoti, che riconducono a puntate viste in passato, sia dall’evoluzione generale a generare un sottile fil rouge di coerenza con un peso non indifferente. In questa stagione avremo tutto questo, lo studio continua aumentando di valore anche la più minuscola espressione del caso, generando quindi un mondo con delle regole precise e un peso non indifferente.

Bojack Horseman

3- Il passato e l’importanza di saper raccontare:

In questa nuova stagione di Bojack Horseman il passato assume un’importanza non indifferente, conducendo ad approfondimenti e studi e strade del tutto inedite. Da tutto questo traspare l’amore dei Creators, verso i loro personaggi. Apprendere gli eventi che li hanno condotti su questa o quella strada, muove lo spettatore verso un’impersonificazione non poco importante e profonda. Trasponendoli attraverso quello erano si viene a creare una sorta di legame emotivo e sentimentale con quanto eravamo o siamo…

4- La sensibilità:

Molti, guardano Bojack Horseman limitandosi all’idea che un qualcosa di animato sia indirizzato ad un target infantile. Qui è l’errore! Capiterà, parecchie volte, di naufragare in una curiosa sensibilità a disegnare momenti particolari. In questa quinta stagione avremo la solita leggerezza comica ma anche tanto di più. Sono le frasi più strafottenti e negative a celare la fragilità del caso e l’arte di Bojack Horseman.

Bojack Horseman

 

5- Il tema della crescita:

Come scritto nell’incipit dell’articolo, in Bojack Horseman la Crescita ricopre un ruolo fondamentale. Abbiamo davanti a noi una strada lastricata di ricordi e tentazioni e debolezze e ricordi da affrontare passo passo. In questa nuova stagione la strada si apre attraverso nuove sfide, nuovi ostacoli a tormentare e rallentare, pur ispirando.

In conclusione, l’impegno degli autori si conferma anche il questa stagione di Bojack Horseman, palesandosi nelle scelte e negli sviluppi di una serie che cerca sempre di superarsi, pur restando sempre se stessa.

Bojack horseman è, e resta un ritratto di tutti noi.
Bojack horseman è tutti noi, è più umano di quanto non sembri.
Bojack horseman è realistico quanto basta per farti riflettere su quello che se e vivi ogni giorno.

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *