Connect with us
Emily in Paris Emily in Paris

Netflix

Emily in Paris: in testa alla classifica, ecco i motivi del successo

Published

on

Il fenomeno Emily in Paris continua a far discutere. Un titolo che ha conquistato l’intero pubblico, piazzandosi in cima alle classifiche delle produzioni più viste. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sul successo della serie Tv con Lily Collins.

Colorato, luminoso e sfarzoso, queste sono le principali caratteristiche del romantico mondo di Emily Cooper. Una delle protagoniste più amate delle ultime settimane dal pubblico della piattaforma di streaming. Mentre la sua trama coinvolge maggiormente la parte femminile degli spettatori e raccoglie critiche sui molti stereotipi sulla popolazione francese che riproduce, il suo successo di Emily in Paris continua.

Emily in Paris: attualmente il titolo più visto

A confermarlo sono i vari report diffusi sul web: la nuova serie Tv dal titolo Emily in Paris domina le classifiche. La novità Netflix che nasce da un’idea del produttore Darren Star è al primo posto della classifica delle produzioni attualmente più viste. Secondo il report di TvTime, la comedy è ancora al primo posto tra le uscite recenti, tra tutte le piattaforme, più seguite.

Un successo che continua ancora con il passare delle settimane. Attualmente, dietro la serie Tv vi è un’altra novità Netflix, ovvero The Haunting of Bly Manor. Tornano al successo della serie Tv alla moda con Lily Collins, di cui attendiamo aggiornamenti sulla seconda stagione, sono tanti i motivi dietro al suo successo.

Un prodotto dalla formula vincente

Come ben sappiamo, la serie Tv dal titolo Emily in Paris ha come protagonista Emily Cooper, la cui età è ancora incerta. Una giovane donna di Chicago, che viene spedita in territorio francese in veste di responsabile social nel reparto marketing di una nota agenzia pubblicitaria. Nella romantica Parigi, non è facile ambientarsi, ma con tanto ottimismo e con gli outfit giusti, la protagonista riesce a conquistare il cuore dei suoi colleghi e a trovare amicizie e amore.

Tra i punti di forza di questa novità Netflix vi è – senza dubbio – la componente fashion. Ciò che più colpisce il pubblico femminile è l’armadio di Emily. Una sfilata di look colorati, pieni di fiori e – molte volte – stravaganti. Questa magia d’alta moda è possibile grazie alla nota costumista, che si è occupata di organizzare i costumi di Lily Collins. Il nome è quello di Patricia Field, celebre per il suo lavoro con l’armadio dell’icona di stile cinematografica Carrie Bradshaw, protagonista di Sex and the City. Il creatore di Emily in Paris, d’altronde è Darren Star, lo stesso che ha dato i natali alla saga cinematografica con l’elegante Sarah Jessica Parker. Il produttore non poteva che affidarsi a Field per dare un tocco di stile a questo nuovo set.

Emily in Paris 2

Credits Parade

Altro punto a favore per questa novità Netflix è la sua leggerezza. Il titolo è una commedia romantica. Priva di tensioni, scene prive di sangue, drammi e creature mostruose. Soltanto emozioni e tanta positività, tutto racchiuso nel corpo in gran forma della protagonista, interpretata da Lily Collins. L’interprete ha saputo dare leggerezza ed eleganza al suo personaggio. Una ventata di ottimismo che arriva da una giovane donna in carriera, che mettendo in gioco se stessa riesce ad avere successo nel suo modesto ruolo aziendale. Come non menzionare la componente sentimentale. La romantica passione che lega Emily Cooper al suo vicino Gabriel, interpretato da Lucas Bravo. Una contemporanea storia d’amore, tra due ragazzi che vogliono godersi la propria giovinezza nella romantica Parigi.

La componente social è un’altra caratteristica di Emily in Paris. La protagonista è una media strategist. Il suo successo, in parte, è dovuto proprio alla scoperta e all’uso del suo profilo Instagram. Un tema molto attuale, in un panorama in cui i social invadono sempre di più la nostra quotidianità. L’avanzare dell’esercito di Influencer e la dipendenza sempre più costante nel postare foto e contenuti fa discutere sempre di più. E molti potrebbero immedesimarsi nella voglia di avere successo semplicemente attraverso un profilo social. In questa nuova realtà, però, i social sono un ottimo strumento di lavoro. Un mezzo di cui si avvolgono nuovi ruoli professionali, come appunto quelli che emergono nell’ambito della comunicazione e della pubblicità sul web.

 

Foto copertina : Entertainment Weekly

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *