Connect with us
Sex Education 3 scene d'intimità Sex Education 3 scene d'intimità

Netflix

Sex Education 3: l’attore descrive com’è creare scene d’intimità nonostante il distanziamento sociale

Published

il

La serie Tv con Asa Butterfield affronta temi sociali importanti e le scene d’intimità non possono mancare anche in Sex Education 3. L’attore ci racconta com’è girare questi momenti, nonostante le varie norme di contenimento.

In una recente intervista, Asa Butterfield ha confermato che le riprese della terza stagione stanno per terminare e gli episodi di Sex Education 3 non tarderanno ad arrivare. Per il momento, tra i vari dubbi che il pubblico ha, uno riguarda il modo in cui saranno realizzate le scene d’intimità. Questi momenti sono essenziali per una trama che ruota intorno alla sfera della sessualità, ma le varie norme di contenimento contro la diffusione del Covid mettono a rischio questo tipo di scene. Il protagonista racconta come stanno procedendo le riprese su questo fronte.

Sex Education 3, le scene d’intimità

Il successo di questa serie Tv di Netflix risiede nella ventata di modernità e apertura mentale che porta con sé. Le tematiche principali della trama di questa teen comedy rientrano nella sfera della sessualità. Uno show Tv che mira ad informare, educare e aiutare i giovani nelle loro scoperte e nelle loro prime esperienze adolescenziali. Per raggiungere questo obiettivo, sono necessarie anche le scene d’intimità tra gli attori. Scene, però, che sono messe a rischio a causa delle norme di contenimento, che costringono gli interpreti a rispettare il distanziamento sociale.

In una recente intervista per il sito Variety, l’attore protagonista ha voluto risolvere alcuni dubbi e spiegare come stanno procedendo le riprese. L’interprete ha dichiarato:

“Penso che, intimità o no, siamo stati molto attenti e abbiamo delle linee guida che stiamo seguendo. Per me come attore – penso anche per tutti gli altri attori – non è cambiato molto. Una volta che iniziamo a girare, facciamo solo quello che dobbiamo. E, nel far questo, indossiamo sempre mascherine e ci sottoponiamo sempre ai test. E lavoriamo, essenzialmente, in una bolla, tutti insieme.

Abbiamo dovuto cambiare un po’ il modo in cui il tutto funziona ma, per fortuna, non troppo. E, certamente, questo non ha affatto indebolito lo show, non credo. Tutti stanno davvero andando d’accordo. E ora sembra abbastanza normale perché, a questo punto, lo facciamo da quattro o cinque mesi”.

Sex Education 3 scene d'intimità

Una serie Tv che sfida i tabù

Nella stessa intervista, Asa Butterfield ha parlato dell’ampio potenziale di questa serie Tv di Netflix. Uno show che, in forma di comedy, presenta temi considerati tabù in modo leggero e divertente. L’attore ha dichiarato:

“Penso che lo show sia arrivato in un momento molto importante, in cui le persone avevano davvero bisogno di qualcosa che fosse totalmente onesto e non si prendesse troppo sul serio. Ed è arrivato in un momento in cui i giovani e gli adolescenti si sentono più cresciuti che mai.

Hanno una maggiore comprensione, sono esposti a molte cose e hanno tutte queste altre cose in corso, che hanno davvero avuto risonanza con uno show che era incredibilmente riconoscibile. Ma è, comunque, riuscito a mantenere il tipo di – non dirò magica, nel senso di fiabesca – ma ha quel colore e la vivacità di questo mondo, che è leggermente più grande della vita, ma è ancora umano e riconoscibile, toccante e reale”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *