Connect with us
Il logo di Quibi piattaforma streaming Il logo di Quibi piattaforma streaming

Approfondimenti

Quibi piattaforma streaming: tutto ciò che c’è da sapere

mm

Published

on

Quibi“, che sta per “quick bites” (morsi veloci) è la nuova piattaforma streaming che promette di far concorrenza a Netflix e Prime Video. Approdata il 5 aprile in vari paesi del mondo e anche in Italia, Quibi è fruibile solo su smartphone.

Quibi piattaforma streaming: cos’è

La presentazione di Quibi piattaforma streaming

La presentazione di Quibi piattaforma streaming

Le peculiarità di questo nuovo servizio è quella di proporre produzioni di intrattenimento visibili soltanto dal proprio smartphone (Quibi non è fruibile su pc) e della durata massima di 10 minuti a episodio. La modalità chiamata “Turnstyle” permette non solo di guardare le produzioni in modalità orizzontale o verticale, ma anche di apprezzare angolazioni diverse della ripresa.

Le menti che hanno dato vita a questo progetto sono quelle di Jeffrey Katzenberg, già amministratore Disney e CEO di Dreamworks, e Meg Whitman, CEO di eBay.

L’interfaccia di Quibi si presenta come quella di un social network: è possibile “seguire” i propri show preferiti, condividerli e scaricarli per guardarli senza l’utilizzo di Internet. Ogni show presenta un elenco di episodi, cast e crew. La barra di visualizzazione, con il pulsanti “play” e la possibilità di mandare avanti o indietro di 10 secondi, è spostabile a sinistra per i mancini, grazie al “Left-Handed Mode”.

L’idea è innovativa, pensata per un pubblico giovane sempre in movimento: i contenuti sono realizzati per essere guardati in autobus, in pausa pranzo, al bar. Anche se la pandemia di coronavirus sembrerebbe aver modificato l’iniziale mission della piattaforma (il pubblico predilige contenuti lunghi e che possano tenerlo impegnato), Meg Whitman si è dimostrata poco preoccupata: “Pensiamo a quanto spesso usiamo il telefono mentre siamo chiusi in casa”, ha detto, “chi è a casa con i bambini gradirà una pausa di 10 minuti“.

Quibi piattaforma streaming, i contenuti disponibili

Le produzioni di Quibi piattaforma streaming

Le produzioni di Quibi piattaforma streaming

L’azienda prevede di investire 1,1 miliardo di dollari in produzioni originali nel suo primo anno di vita fino ad arrivare a un totale di 175. Per ora sono disponibili svariate produzioni, tra serie TV (chiamate “Movies in Chapters”, ovvero “film a capitoli”), reality e documentari (“Unscripted and Docs”) e i cosiddetti “Daily Essentials”, ovvero programmi di notizie e lifestyle. La maggior parte dei contenuti è disponibile in lingua inglese con sottotitoli in inglese e spagnolo.

Qui di seguito le produzioni più interessanti (e già disponibili!)

SERIE TV

  • Most Dangerous Game“, creata da Nick Santora e diretta da Phil Abraham. Con Liam Hemsworth, Christoph Waltz, Sarah Gadon

La serie è incentrata su Dodge Maynard, un uomo di Detroit pieno di debiti, a cui è stato diagnosticato un grave tumore al cervello. Per salvare la moglie incinta dalla bancarotta e lasciare qualcosa in eredità a suo figlio, Dodge accetta la proposta di Miles Sellars, direttore della Tiro Fund. Sellars organizza da anni una “caccia” di 24 ore in cui la preda è un uomo o una donna che vince dei soldi a seconda di quante ore sopravvive.

Voto: 7/10.

Recensione: I 15 episodi di cui è costituita la serie sono incalzanti quanto basta, ma molti risvolti della trama risultano leggermente paradossali e quasi “forzati”. Ottime le interpretazioni di Liam Hemsworth e Christoph Waltz. Il finale lascia aperta una porta per una seconda stagione, che dovrebbe permettere di entrare più a fondo nel meccanismo distopico della Tiro Fund.

  • “The Stranger”, creata e diretta da Veena Sud. Con Maika Monroe, Dane DeHaan e Avan Jogia.

Clare Johnson, driver di “Orbit” (Uber), prende in carico un passeggero misterioso che si rivelerà essere uno psicopatico. Carl E., questo il suo nome, perseguiterà Clare e J.J. (uno sconosciuto che si offre di aiutarla) per tutta Los Angeles, fino a farle credere di essere pazza.

Voto: 8/10

Recensione: La serie consta di 13 episodi, ognuno intitolato con l’orario in cui si svolge l’azione. La tensione è crescente, la frustrazione va di pari passo. Ci si riesce facilmente a immedesimare nel personaggio di Clare, anche se non se ne comprendono determinate scelte. Tutto sommato è un thriller psicologico di qualità.

  • “Survive”, creata da Richard Abate e Jeremy Ungar, diretta da Mark Pellington e tratta dall’omonimo romanzo di Alex Morel. Con Sophie Turner e Corey Hawkins.

Jane Salas è appena uscita da un centro di recupero e ha intenzione di suicidarsi, ingurgitando dei sonniferi, nell’aereo che la riporterà a casa. Tuttavia, l’aereo si schianta e lei e un uomo di nome Paul sono gli unici due sopravvissuti. Rimasti da soli su una montagna innevata, senza sapere dove si trovano, i due dovranno cercare di sopravvivere e trovare aiuto.

Voto: 10/10

Recensione: A partire dalla formidabile interpretazione di Sophie Turner, la serie è un gioiellino da guardare tutto d’un fiato (facile, trattandosi di 10 episodi da 10 minuti ciascuno). La storia è intrisa di malinconia, disperazione, ma anche amore e speranza, e il finale trasmette un bellissimo messaggio oltre che dimostrare la crescita interiore della protagonista Jane.

REALITY E DOCUMENTARI

  • “Chrissy’s Court” , con Chrissy Teigen e Vilailuck “Pepper Thai” Teigen

Chrissy Teigen conduce una versione statunitense del nostrano “Forum”. In veste di giudice, si occupa di alcuni casi, dal più drammatico al più bizzarro, con l’aiuto di sua madre, Vilailuck “Pepper Thai” Teigen, che si trasforma in ufficiale giudiziario.

  • “Punk’d”, con Chance the Rapper. Ispirato dall’omonimo programma di MTV.

Andato in onda per la prima volta su MTV nel 2003, con la conduzione di Ashton Kutcher, in “Punk’d” vengono proposti scherzi a povere (e ignare) celebrities. Alla conduzione Chance the Rapper, tra le nuove vittime Meghan Thee Stallion, Lil Nas X, Sabrina Carpenter.

  • “Singled Out”, con Keke Palmer. Ispirato dall’omonimo programma di MTV

Keke Palmer sostituisce la storica conduzione di Chris Hardwick e Carmen Electra in questo reboot del reality di MTV. Lo show aiuta single di qualsiasi genere e orientamento sessuale a scegliere qualcuno con cui avere un appuntamento tra svariate proposte.

  • Thanks a Million“, con Jennifer Lopez, Kristen Bell e altri.

Jennifer Lopez, Kristen Bell, Tracy Morgan e altre celebrities doneranno $100,000 a qualcuno, che dovrà donarne $50,000 a qualcun altro, che dovrà donarne $25,000 a qualcun altro e così via.

NEWS E LIFESTYLE

  • “Last Night’s Late Night by EW”

Entertainment Weekly” offre uno show con i monologhi, le interviste, e gli sketches più interessanti proposti dal network originale.

  • “Around the World” di BBC News e “The Report” di NBC News

I due maggiori network d’informazione del mondo presentano due programmi quotidiani con le notizie di cronaca più urgenti. Ah, ce n’è anche uno di Telemundo.

  • The Rachel Hollis Show“, con Rachel Hollis

L’autrice, blogger, e speaker motivazionale statunitense Rachel Hollis offre pillole quotidiane di motivazione, cucina e ispirazione.

Quibi, costo degli abbonamenti e ricezione

La piattaforma streaming Quibi mette a disposizione novanta giorni di prova gratuita, per i quali però è comunque necessario inserire un metodo di pagamento. Il servizio è annullabile in qualsiasi momento. La piattaforma è usufruibile, al termine della prova gratuita, tramite due abbonamenti (in Italia solo uno): uno da 8,99€ al mese, senza pubblicità, e uno (solo negli USA) da $4,99, con pubblicità.

Le statistiche disponibili dicono che, nel primo giorno di vita, negli Stati Uniti Quibi è stato scaricato “solo” 300mila volte, ovvero l’8% di quanto non fosse stato scaricato Disney+ nel suo lancio statunitense lo scorso novembre. Secondo alcuni rumours, se le visualizzazioni saranno basse, Quibi offrirà la possibilità prima di switchare la visione sulla TV con il dispositivo Google Chromecast, e poi di guardare le produzioni anche su TV.

Se sarà un fallimento o un successo non è dato dirlo, ma per ora Quibi, la nuova piattaforma streaming, sembra funzionare!

 

Mi chiamo Anna, 20 anni, sangue pugliese e tanta energia da vendere. Figlia di una ballerina, sono nata in un ambiente sempre vivace e in movimento. Amo viaggiare e scoprire culture, lingue e modi di vivere differenti. Mi nutro di conoscenza, mi piace imparare e stare al passo coi tempi. Sono una perfezionista, credo che si possa sempre migliorare e che da ognuna delle persone che si incontrano nel proprio cammino si possa trarre qualcosa di positivo. Mi piace rompere gli schemi, rinnovare, cambiare, seguo le mode ma ne creo di mie: mi piace creare e poi rompere, partire dal rotto e rinnovare tutto. Non accetto i “no”: per me non esistono ostacoli insormontabili fra me e i miei obiettivi, a tutto si può trovare una soluzione, e tutto si può raggiungere grazie alla costanza e alla forza. Nella vita sono una studentessa di Economia, ma, da sempre appassionata di moda, cinema, musica e scrittura, ho deciso di fondere le mie passioni per informare i giovani come me sulle ultime tendenze.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *