Connect with us
Martin Freeman Martin Freeman

News

Martin Freeman: “Interpretare ancora Watson? E’ più probabile vedermi suonare jazz”

Published

il

Martin Freeman, interprete di John Watson nella serie Sherlock, torna a parlare di questa e di quanto i fan abbiano contribuito a rovinare uno dei migliori prodotti televisivi in circolazione.

Già aveva detto la sua sulla quinta stagione, ma Martin Freeman torna a parlare di Sherlock durante un’intervista per Balck Panther al Telegraph. Le sue parole continuano a non dare speranze per una stagione 5, sostenendo che ormai non è più divertente lavorare in questo progetto a causa soprattutto dei fan e della forte pressione (come già aveva rivelato). Alla domanda “Interpreterai ancora Watson?” risponde: “È più probabile vedermi suonare vecchia musica jazz”.

Martin Freeman

L’intervista a Martin Freeman

“Dopo la quarta stagione penso che tutti abbiano sentito il bisogno di fare una pausa. Metterla in stand-by è stato un pensiero comune. In parte il “merito” va all’accoglienza del pubblico. Ad essere onesti, la situazione era diventata impossibile. Sherlock si è rivelato subito un fenomeno mediatico, a differenza di serie come The Office, diventate più famose con il passare delle stagioni. Sherlock ha dimostrato da subito la sua qualità. Quando parti con questo successo, è difficile mantenere costantemente un livello così alto. Far parte di questa serie è stata un’esperienza in stile Beatles. Le aspettative della gente, tuttavia, l’hanno privata di tutto il divertimento. Non si riusciva più a godere dell’esperienza. Con il tempo la situazione è diventata: meglio che facciate uscire al più presto nuovi episodi, altrimenti siete degli s*****i!

Ancora una volta, la speranza di una possibile nuova stagione si allontana. Se la serie tornerà, ci vorranno almeno altri tre o quattro anni, in quanto Steven Moffat e Mark Gatiss sono impegnati con la serie Dracula almeno per i prossimi due. Inoltre, se si farà una quinta stagione, molto probabilmente non sarà più lo Sherlock che tutti amavano.

Martin Freeman

Tenace adoratore del mezzo cinematografico, cerco sempre un punto di vista fotografico in tutto ciò che mi circonda. Videogiochi, serie televisive, pellicole cinematografiche. Nulla sfugge al mio imparziale giudizio.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *