Stranger Things 3: secondo David Harbour questo finale sarà "Il più tocca..
Connect with us

Netflix

Stranger Things 3: secondo David Harbour questo finale sarà “Il più toccante”

Published

on

Stranger Things è una di quelle serie che è riuscita a catturare l’amore del pubblico immediatamente dalla sua uscita, costruendo, nel corso del tempo, un vero e proprio universo narrativo intorno agli eventi principali, fatto anche di romanzi e fumetti, scritti e disegnati per approfondire l dinamiche generali. Adesso che la terza stagione è sempre più alle porte cominciano ad affiorare le dichiarazioni a riguardo…

Stranger Things

Durante una recente chiacchierata, al MCM Comic-Con, David Harbour, Jim Hopper in Stranger Things, ha parlato della stagione in arrivo e di quello che i fan dovrebbero aspettarsi.

In base a quanto riportato da Complex, queste sono state le sue parole:

“Millie [Undici] sta crescendo e penso che sia la cosa più terrificante per Hopper: non gli piace l’idea che la sua bambina possa bazzicare con i ragazzi”.

“Quindi all’inizio della stagione lo ritroviamo un po’ a disagio: sua figlia sta diventando una teenager e sta iniziando a cercare se stessa, questo, dal punto di vista di Hopper è più spaventoso di qualsiasi creatura Demogorgone con cui dovrà confrontarsi.”

Successivamente l’attore di Stranger Things si è soffermato sull’emotività a disegnare questa terza stagione:

“Puoi sentirlo nel corso della stagione, è molto inaspettato ciò che accade alla fine, molto commovente”

“Penso che l’episodio otto sia la cosa più toccante che abbiamo mai girato.”

Stranger Things

Non ci resta, dunque, che restare in attesa di nuovi dettagli in merito. In base a quanto mostrato e quanto appreso fino ad ora, Stranger Things 3 sarà la stagione del “cambiamento” della crescita e del saluto ad una estate che probabilmente sarà molto legata al cammino dei protagonisti, a livello simbologico. Oltre a tutto ciò il modernismo farà capolino attraverso l’inserimento di un grande centro commerciale a segnalare, sempre, il tempo che avanza inesorabile, in un contesto che vive delle emozioni dei suoi protagonisti e delle loro sfide.

Fonte: Hnhh.

 

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *