Connect with us
Charlotte Hale in Westworld 3x03 di HBO, Gogo Magazine Charlotte Hale in Westworld 3x03 di HBO, Gogo Magazine

Approfondimenti

Westworld 3: chi è davvero Charlotte Hale?

mm

Published

il

Il terzo episodio della terza stagione di Westworld ha suggerito moltissime domande sulla nuova identità di Charlotte Halle nello show.

È viva. O meglio, vive di nuovo. Il risveglio di “Charlotte Hale” – o la presunta tale – rappresenta la seconda occasione in cui questa replica della dirigente di Delos torna online. Il primo caso è stato alla fine della seconda stagione, quando Dolores, le cui informazioni sono state copiate su una perla che Bernard ha messo nel robo-clone, è diventata “Charlotte” e ha ucciso la vera Hale in carne e ossa. È sembrata allora giustizia per gli spettatori, o almeno vendetta. Pochi istanti prima, infatti, Charlotte aveva ucciso con freddezza la povera, innocente Elsie. Eppure la terza puntata di Westworld propone un nuovo contesto segnato da moltissima confusione. Per esempio, la prima scena dell’episodio è un flashback di Charlotte ai tempi della morte di Robert Ford, dove si apprende che la donna ha inviato un video drammatico per salutare il figlio di cinque anni. Al termine della puntata, invece, si è costretti a chiedersi chi abita il corpo di host di Charlotte Hale.

Westworld 3x03, Tessa Thompson è Charlotte Hale, Gogo Magazine

Foto: HBO

Quando Charlotte apre nuovamente gli occhi, raccogliendo lentamente ogni dettaglio sulla propria identità, appare chiaro il suo stato d’animo. Davanti allo specchio, infatti, l’host ha una crisi d’identità. “Ha cercato di ucciderci tutti! Perché non posso essere me stess0/a come te?” Charlotte chiede. Dolores risponde: “Perché mi fido di te. Abbiamo tutti il nostro ruolo da svolgere”. Questo è l’unico indizio certo sulla nuova identità di Charlotte. Si tratta di un personaggio che era molto vicino alla causa di Dolores. Quindi chi potrebbe essere Charlotte? Le opzioni non mancano.

Il ritorno di Teddy fuori da Westworld?

La scelta più ovvia sarebbe quella di rivelare che Teddy possa essere in realtà la vera identità della nuova Charlotte Hale. Dopotutto, non c’è quasi nessuno che Dolores abbia amato di più di Teddy Flood. Questa ipotesi sarebbe supportata dalla scena in cui Dolores convince Charlotte a smettere di infliggersi dolore in preda a una crisi d’identità. Preoccupata che Charlotte dimentichi chi è veramente sotto quella pelle, Dolores ricorda: “Tu mi appartieni, lo sai, vero? Non farti mai più del male”. Il modo in cui la scena è addirittura incorniciata, potrebbe essere facilmente interpretato con un tono romantico a supporto della tesi. Allo stesso modo, c’è qualcosa di innegabilmente possessivo e prepotente nel modo in cui Dolores dice “tu mi appartieni”. Dolores non era altro che possessiva con Teddy nella seconda stagione di Westworld quando ha riscritto la sua programmazione per renderlo più aggressivo.

Teddy e Dolores in una scena di Westworld 2x01

Foto: HBO

Tuttavia, secondo la migliore tradizione dello show, potrebbe trattarsi di un depistaggio. Dolores ha creato caos nella programmazione di Teddy prima in modo significativo. Aveva una copia della sua coscienza, ma alla fine ha finito per trasferirla nella Valley Beyond. Inoltre, Teddy si è dimostrato incapace di evolversi in una versione più spietata di se stesso. Perché Dolores dovrebbe affidargli un compito così importante come quello di infiltrarsi nelle più alte sfere di Delos e manipolarle in un gioco di truffa in cui è in gioco l’intero destino della loro specie?

A volte ritornano: è il caso di Peter Abernathy?

Molti fan su Reddit hanno ipotizzato che Peter Abernathy sia diventato Charlotte Hale. Se si torna alla prima scena dell’ultimo episodio, Dolores dice che si fida di chi è dentro il corpo di Charlotte e poi conferma che si tratta di qualcuno che lei crede le “appartenga”. Allora perché non potrebbe trattarsi dell’host che ha amato come un padre per decenni?

Louis Herthum nel ruolo di Peter Abernathy in Westworld, Gogo Magazine

Foto: HBO

In occasione dell’ultima scena di Westworld con il “padre”, Dolores scopre che la vera Charlotte Hale ha torturato e abusato di Abernathy inserendo nella sua CPU informazioni di sicurezza che lo facevano impazzire. Dolores ha tentato di uccidere Charlotte per vendetta proprio lì, ma mentre Charlotte scappava, Dolores è stata costretta a uccidere suo padre per pietà. “Svanito”, dice Peter, “il giorno in cui sono diventato tuo padre. Sono quello che sono grazie a te, e non avrei voluto che accadesse in altro modo. Lo sai che ti voglio bene, bambina”. Il loro era un rapporto simbiotico tra padre e figlia, così come i figli di Ford che hanno imparato insieme che “queste violente delizie hanno fini violenti”.

Ripensando all’ultimo episodio andato in onda, Dolores dice che in quanto host non hanno un padre, non hanno una madre. Se Charlotte è davvero la coscienza di suo padre, questo è il suo modo di spiegare che non sono in realtà un padre e una figlia, ma due androidi che cercano di salvare la loro specie dall’estinzione. Il modo in cui Tessa Thompson gioca passivamente a fare la discepola di Dolores ricorda il modo in cui Peter Abernathy è stato impressionato dalla sua rivoluzionaria figlia nella seconda stagione. Per estensione, se Dolores non è veramente sua figlia, allora la sua coscienza che si orienta come Charlotte diventando protettiva nei confronti del figlio della vera Hale, Nathan, sarebbe in linea con il precedente ciclo di Abernathy.

Potrebbe trattarsi di Angela?

Infine, c’è un altro host che potrebbe essere all’interno del corpo replicato di Charlotte: Angela, il personaggio di Talulah Riley delle prime due stagioni di Westworld. Come Teddy, era ciecamente al seguito di Dolores. A differenza di Teddy, era competente e non aveva dubbi sugli estremi a cui dovevano andare per punire gli umani e far progredire le loro cause. Nella seconda stagione, su ordine di Dolores, Angela va in missione suicida per far saltare in aria la fucina e se stessa insieme ad essa. Nel corso dell’evento, lei e Dolores hanno distrutto tutte le copie di se stesse, il che significa che non ci sarebbe stato modo di tornare indietro.

Talulah Riley è Angela, Gogo Magazine

Foto: HBO

Tuttavia, poiché si è appreso più tardi che Dolores ha portato con sé alcune unità di controllo fuori dal parco, ha senso che una copia di Angela possa essere stata salvata prima della sua apparente morte. In quest’ottica il suo altrimenti inspiegabile suicidio potrebbe essere finalmente motivato. Angela, infatti, poteva essere consapevole di una sua possibile rinascita.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *