Asus, il CEO “Aspettatevi uno smartphone per il gaming”
Connect with us
Asus Z2 poseidon Asus Z2 poseidon

Asus

Asus, il CEO “Aspettatevi uno smartphone per il gaming”

mm

Published

on

Parola di Jerry Shen, CEO di ASUS, durante l’inaugurazione di uno store fisico dell’azienda (il centesimo) nelle Filippine. Naturale aspettarsi in tempi non lunghi la risposta di ASUS a Xiaomi Black Shark e Razer Phone. E probabilmente anche a Nokia. Entro l’anno arriverà uno Zenfone ROG?

Anche Asus prepara uno smartphone dedicato al gaming, dopo Xiaomi e Nokia. Lo lascia intendere, col suo stile sibillino, il CEO Jerry Shen. Nel mondo della tecnologia, come in altri, uno lancia la sfida e gli altri la raccolgono, dando vita a una gamma di prodotti che si sfidano per tempi più o meno lunghi.

Da poco è stato annunciato lo Xiaomi Black Shark (ne abbiamo parlato qui), anche lui preceduto dai rumors. Nokia (oggi brand di HMD Global) ci sta pensando. E intanto c’è già anche il Razer Phone. Della risposta “made in Asus” non si sa niente di concreto. Ma a dire che anche quest’altra importante azienda cinese è interessata alla cosa è lo stesso CEO. Jerry Shen lo ha confermato rispondendo a una domanda durante l’inaugurazione di uno store fisico ASUS. Che peraltro è il centesimo nelle Filippine, all’Ayala Malls Feliz. Ha detto solo “ve lo potete aspettare”, con la classica sintesi sibillina dei manager asiatici (ne parla dal min. 17 e 52 sec.).

 

Informazioni pratiche non ce ne sono, ma è facile supporre che uno smartphone ASUS “gaming oriented” entri nella gamma ROG (Republic Of Gamers) che ora annovera i PC Asus per i videogiocatori. Potrebbe chiamarsi Zenfone ROG, per esempio. Non si parla neanche di tempistica, ma dato il ritmo a cui stanno arrivando le novità dei concorrenti in questo nuovo settore, è facile che non si dovrà aspettare troppo. Del resto i rumors parlavano di un debutto dello smartphone Asus per il gaming già al MWC 2018. Intanto gli appassionati si intrattengono con i concept come lo Z2 Poseidon e lo Z3 Venorn.

Fonte: Astig

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *