Connect with us
Too good to go: ecco l'app contro lo spreco del cibo Too good to go: ecco l'app contro lo spreco del cibo

Apps

Too good to go: ecco l’app contro lo spreco del cibo

mm

Published

il

Arrivata anche in Italia, l’app Too Good To Go ha lo scopo di combattere lo spreco di cibo, sempre più frequente nel nostro paese. Per farlo permette a ristoratori, proprietari e gestori di locali commerciali (o anche supermercati) di vendere cibo a prezzo nettamente inferiore, evitando così che venga buttato. Fondata in Danimarca nel 2015, può già vantare circa 8 milioni di utenti e l’utilizzo in più di nove paesi europei. Un’ambizione lodevole ed un segnale forte e chiaro, salvaguardare il pianeta cercando di diminuire lo spreco di cibo ancora buono e dunque utilizzabile, da qui l’idea del nome: too good to go.

Too Good To Go: come funziona

Tra le prime posizioni tra le app scaricate su Google Play e le App Store di tutte le nazioni d’Europa in cui è presente, Too Good To Go sembra stare a cuore non soltanto ai fondatori e ai ristoratori, ma anche a molti cittadini e potenziali clienti.

Per utilizzarla, i ristoratori e i commercianti – i quali appunto vendono prodotti alimentari – devono semplicemente iscriversi e vendere a prezzo ridotto le cosiddette “Magic Box”. Si tratta di semplici buste con all’interno diversi prodotti “a sorpresa”, ancora freschi ma rimasti purtroppo invenduti e che non potrebbero essere più messi in vendita il giorno successivo.

Per i potenziali clienti, e consumatori, basta utilizzare l’app  per garantirsi buoni prodotti a costi irrisori – che si aggirano tra i 2 e i 5 euro – pagando attraverso l’applicazione e recandosi presso il punto di ritiro all’orario prestabilito. Non soltanto un aiuto economico a commercianti e ristoranti, ma anche un grande supporto all’ambiente e allo spreco alimentare. Ogni anno infatti si superano 1 miliardo di tonnellate di alimenti buttati e così sprecati.

In più, per evitare l’utilizzo di imballaggi e plastica, i “venditori” chiedono che sia lo stesso cliente a portare da casa un contenitore, uno zaino o una busta. Tra i maggiori esponenti di questo progetto, ci sono i ristoranti biologici EXKi e la catena di supermercati Carrefour Italia.

Una continua e costante lotta contro lo spreco e in salvaguardia dell’ambiente, con un solo e unico messaggio: salvare il pianeta.

 

 

Laureato in Scienze Umanistiche con indirizzo in Lettere Moderne, grande appassionato di scrittura, in particolare di poesia. Oltre a scrivere articoli di diverso genere, si è dedicato alla pubblicazione di alcune raccolte contenenti le sue opere. Attualmente è iscritto alla Laurea Magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l'Università degli studi di Parma.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *