Connect with us
Il Paradiso delle signore, trama 26 aprile: Flora lascia Milano? Il Paradiso delle signore, trama 26 aprile: Flora lascia Milano?

RAI

Il Paradiso delle signore, trama 26 aprile: Flora lascia Milano?

Published

il

Tante novità accadranno nella puntata de Il Paradiso delle signore trasmessa il 26 aprile su Rai 1. La trama della soap opera con protagonista l’attore Alessandro Tersigni rivela che Flora Ravasi deciderà di lasciare Milano mentre Beatrice proverà a stare distante da Dante.

Ecco tutti i dettagli.

Anticipazioni Il Paradiso delle signore puntata martedì 26 aprile

Le anticipazioni de Il Paradiso delle signore riguardanti la nuova puntata trasmessa martedì 26 aprile  sui teleschermi di Rai 1 annunciano inediti colpi di scena. Scendendo nei dettagli, Stefania deciderà di liberarsi un peso dall’anima. La venere, infatti, racconterà all’amica Irene che Gemma l’ha ricattata dopo aver scoperto della sua storia con Marco. A tal proposito, la Colombo maturerà l’intenzione di lasciare il nipote di Adelaide per salvaguardare sua madre Gloria. Dall’altro canto, il giovane Sant’Erasmo deciderà di fare un passo in avanti nei confronti di Stefania.

Anticipazioni Il Paradiso delle signore puntata martedì 26 aprile

Flora ha intenzione di lasciare Milano

Nella puntata de Il Paradiso delle signore trasmessa il 26 aprile su Rai 1, Marco deciderà di non avere paura di niente, tanto da voler fare la proposta di fidanzamento ufficiale a Stefania. Flora, nel frattempo, avrà intenzione di lasciare Milano per cogliere una nuova opportunità oltreoceano. Per questo motivo, la stilista dirà addio ai suoi colleghi, preparandosi alla partenza per gli Stati Uniti d’America.

Il Paradiso delle signore:  Flora ha intenzione di lasciare Milano

Marcello sarà sempre più convinto di prendere le distanze da Ludovica. Beatrice, invece, farà di tutto per sforzarsi nell’allontanare Dante. Proprio quest’ultimo confiderà alla cugina di aver rinunciato al brand di Vittorio per amore per poi recarsi all’atelier per chiedere scusa all’intero staff.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *