Connect with us

RAI

David di Donatello: tutti i pronostici sui vincitori della 62a edizione

Published

il

I David di Donatello, in onda mercoledì 21 marzo su Rai Uno, vedrà “Ammore e Malavita”, dei Manetti Bros, con 15 nomination. Per “Napoli Velata” di Ferzan Ozptek saranno 11.

I David di Donatello, dopo che per due anni sono stati trasmessi su Sky, la 62esima edizione verrà trasmessa su Rai Uno. Finalmente “mamma Rai” si riprende gli “Oscar italiani”, che verranno mandati in onda il 21 marzo e saranno condotti da Carlo Conti che promette “una serata-evento, improntata sulla celebrazione della sacralità del nostro cinema”. Su Rai Movie andrà in onda il red carpet, la parte più glamour della serata, prima della cerimonia con la consegna dei David. Il premio tanto ambito, vedrà il riconoscimento per miglior film dell’anno, miglior regista dell’anno, miglior attrice dell’anno e miglior attore dell’anno, e molti altri ancora.

Continua il filone culturale per Rai Uno

Il direttore di Rai Uno, Angelo Teodoli, ha dichiarato: “Abbiamo iniziato con la danza con Roberto Bolle, con la grande fiction. L’idea che rientri anche il David va a comporre un quadro nuovo di quello che e sarà Rai Uno anche nel futuro”. Quindi i David di Donatello si vanno ad inserire in quel filone culturale che sta caratterizzando le reti Rai in queste ultime due stagioni. Basti pensare allo stesso Bolle, oppure alle “Meraviglie” di Alberto Angela. Insomma i dirigenti di viale Mazzini stanno organizzando un palinsesto altamente qualitativo, che può essere visto non solo dalle élite, ma anche da persone con ceto medio-basso.

Tutti i pronostici della 62esima edizione dei David di Donatello

Nella 62esima edizione dei David di Donatello, grande sfida a suon di nomination tra Ozpetek e i Manetti&Bross, i registi si sono accaparrati ben 26 candidature insieme. Il film musical Ammore e Malavitacon Serena Rossi e Giampaolo Morelli, si porta a casa 15 nomination, non stupirà quindi vedere i registi e produttori vincere più di un David. Stesso discorso vale per Napoli Velatacon 11 nomination e che sembra essersi ipotecato il premio per la miglior scenografia e per la miglior fotografia.

Qualche David se lo possono portare a casa anche La Tenerezza di Pupi Avati e Cuori Puri. Mentre le sorprese possono arrivare da Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli e A Ciambra di Jonas Carpignano, film che era stato selezionato per rappresentare l’Italia agli Oscar. Da tener d’occhio anche Gatta Cenerentola, film d’animazione, apprezzato molto dalla critica con ben 7 nomination.

Inoltre, grande attesa per il padrino dell’ultima Mostra del Cinema di Venezia, Alessandro Borghi, che si porta a casa ben due nomination. Una per miglior attore protagonista in Napoli Velata, accanto a Giovanna Mezzogiorno, anch’essa candidata, e l’altra per miglior attore non protagonista per The Place, diretto da Paolo Genovese.

Interessante sarà vedere anche chi si porterà a casa il David per quanto riguarda la miglior attrice protagonista. Indubbiamente, tra le favorite c’è Jasmine Trinca, per la sua interpretazione magistrale nel film diretto da Sergio Castellitto, Fortunata, che le è valso il premio proprio a Cannes. La romana se la dovrà vedere con Valeria Golino, apprezzatissima in Il colore nascosto delle cose.

Ficarra e Picone non ci sono

Il film italiano con maggior incasso, L’Ora Legale di Ficarra e Picone, non sarà presente ai David di Donatello, perché i due registi hanno scelto di non candidare la propria commedia. In un comunicato, i due attori hanno spiegato la loro decisione: “Già da tre anni abbiamo deciso di rinunciare al ruolo di giurati dell’Accademia dei David di Donatello non riconoscendoci nel metodo di votazione. Per coerenza, quindi, non abbiamo iscritto L’ora legale al concorso di quest’anno. Non critichiamo il Premio in sé, anzi, ne riconosciamo l’importanza e il prestigio. Non condividiamo però un meccanismo di votazione che spesso ha prodotto situazioni a nostro avviso paradossali”. Il messaggio si conclude con un augurio a Piera Detassis “che si è insediata da poche settimane, che venga messa nelle condizioni di avviare un processo di rinnovamento. Evviva il David. Evviva Santa Rosalia”.

 

 

Leggi anche: 

Carlo Conti conduttore David di Donatello 2018. A Gogo Magazine: “Cosa c’entro col cinema? Niente, ma…” (VIDEO)

David di Donatello: ecco tutte le candidature della 62a edizione che si terrà Mercoledì 21 Marzo

 

 

 

 

 

Nata il 15 marzo 1993. Sono laureata in Scienze Politiche e amo scrivere e incatenare parole tra loro. Sono convinta che la cultura e le passioni salveranno il mondo. La politica, la musica e il cinema sono i miei bagagli nel viaggio della vita. Sono certa che il giornalismo sia l'arte più nobile, se fatto con amore, generosità e responsabilità.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *