Connect with us
Extreme Rules 2020, risultati dei match: non sono mancati i colpi di scena Extreme Rules 2020, risultati dei match: non sono mancati i colpi di scena

Televisione

Extreme Rules 2020, risultati dei match: non sono mancati i colpi di scena

mm

Published

il

Tra stipulazioni speciali e faide ormai consolidate, Extreme Rules non ha deluso le aspettative. Dal match Eye for an Eye tra Seth Rollins e Rey alla difesa di moltissimi titoli, non sono mancati affatto i colpi di scena. Primo tra tutti, l’incontro Bar Fight tra Sheamus e Jeff Hardy, rinviato al Friday night di SmackDown. A mancare all’appello anche Apollo Crews, che non sembra aver superato il test fisico, annullato così anche il suo match. Il kickoff ha visto un solo incontro, poi si è passati direttamente alla main card. Sebbene diverse sorprese, il PPV si è rivelato molto positivo.

Extreme Rules: risultati e voti dei match

Ad aprire la serata, subito l’incontro tra Kevin Owens e Buddy Murphy, ormai discepolo di Seth. La mancanza di pubblico sembrava poter limitare lo spettacolo, ma a fare il tifo ci sono stati i lottatori di NXT e tutti quelli che non hanno preso parte all’evento.

Così la prima sfida vede un single match tra Kevin Owens e Murphy, vinto proprio da KO: voto 6. Un buon inizio che fa pregustare una serata ricca.

La main card vede subito battersi i campioni di coppia di SmackDown – non si hanno notizie sui campioni di Raw, i quali ormai non difendono il titolo da tempo – in una stipulazione con i tavoli. Prende così il via il WWE SmackDown Tag Team Tables Championships: New Day vs Cesaro e Nakamura. Gli sfidanti, dopo uno scontro aperto e offensivo, riescono ad avere la meglio. Voto 6,5, a tratti confuso ma godibile.

Si passa così ad analizzare i due match femminili, dove non sono mancati colpi di scena. Entrambi gli incontri erano valevoli per i rispettivi titoli. Il WWE SmackDown Women’s Championship tra Bayley e Nikki Cross vede trionfare la campionessa che festeggia e lascia il ring dopo il pinfall. Voto 6, match vivace. La sfida per il WWE Raw Women’s Championship – Asuka vs Sasha Banks – ha tutto un altro ritmo. Match veloce, pieno di colpi con la sfidante spesso in controllo e vicina alla vittoria. Sfida che diviene confusa nel momento in cui interviene Bayley, poi attaccata da Kairi Sane. Subito dopo è l’arbitro ad essere colpito involontariamente dalla campionessa che viene attaccata alle spalle. Sasha Banks va così allo schienamento con Bayley che toglie e indossa la maglia dell’arbitro e porta al conteggio vincente. Conclusione molto confusa che “rovina” un match molto interessante, voto 7.

Lo United States Title, detenuto da Apollo Crews, non viene messo in discussione, poiché il campione sembra non aver superato i test fisici. Così MVP, accompagnato da Bobby Lashley, si autoproclama nuovo campione indossando la cintura rivisitata degli Stati Uniti d’America.

Altri risultati del PPV: Seth trionfa, bene Drew

Arriva il momento del match con la stipulazione più attesa. Si giunge così al Eye for an Eye match con Seth Rollins vs Rey Mysterio. Il messicano attacca alle spalle the Beast Slayer, per prenderlo di sorpresa. Match molto veloce e improntato sull’offensiva, con entrambi i wrestler che cercano di raggiungere subito l’obiettivo, quello di “cavare l’occhio all’avversario”. Ci vanno vicini entrambi, ma alla fine è Seth a vincere, sfregiando il folletto di San Diego contro i gradoni d’acciaio e chiudendo così il match e, probabilmente, la faida. Nonostante la vittoria, Rollins non sembra molto contento, match da 7. Sarebbe stato forse più bello vedere il ring pieno di oggetti contundenti pronti all’utilizzo.

Ultimi due match a chiudere l’evento, quello per il titolo WWE tra Drew McIntyre e Dolph Ziggler e lo Swamp Fight Match che vede coinvolti Braun Strowman e Bray Wyatt, senza titolo in palio.

Il WWE Stipulation Championship Match con Drew vs Ziggler è stato probabilmente il più bello della serata. Nonostante la differenza di fisico e di forza, lo sfidante – ex compagno del campione – si è giocato tutte le carte, provando il pin vincente in diverse occasioni. Non sono mancati colpi duri, utilizzando soprattutto le sedie. Da menzionare il bel volo dal paletto sul tavolo di Dolph ai danni del campione all’esterno del ring. In un momento in cui Ziggler sembrava in controllo della sfida, Drew è riuscito a spuntarla con una Claymore improvvisa e devastante che ha decretato la fine del match. Match da 8, veloce, dinamico e molto piacevole.

WWE, c'è il debutto su DMAX: i tre show arrivano in chiaro su Discovery

Il PPV di Extreme Rules 2020, svolto domenica 19 luglio, si è concluso con lo Swamp Fight Match tra Braun Strowman e Bray Wyatt. Più che un incontro, sembra essere un siparietto di Wyatt. Strowman, alla ricerca dell’avversario, dopo una botta cade e perde i sensi e si ritrova legato con una catena ad una sedia, di fronte a lui proprio Wyatt. Non si ha un vero e proprio match, ma più un insieme di “flashback” che lasciano perplessi sia gli spettatori che lo stesso campione, il quale alla fine si ritrova nella palude e atterra non soltanto Wyatt ma anche altre persone presenti sul posto. Match che finisce in un No Contest, voto 4. Tanta confusione e zero ritmo, ci si sarebbe aspettato un grande finale, degno del The Horror Show, ma così non è stato.

 

 

 

Laureato in Scienze Umanistiche con indirizzo in Lettere Moderne, grande appassionato di scrittura, in particolare di poesia. Oltre a scrivere articoli di diverso genere, si è dedicato alla pubblicazione di alcune raccolte contenenti le sue opere. Attualmente è iscritto alla Laurea Magistrale in Giornalismo e Cultura Editoriale presso l'Università degli studi di Parma.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *