E3 2019: il recap della conferenza Bethesda — Gogo Magazine
Connect with us
E3 2019 E3 2019

Game News

E3 2019: il recap della conferenza Bethesda

mm

Published

on

La conferenza di Bethesda per questo E3 2019 ci informa di numerose novità riguardo i suoi titoli del momento, presentandoci però anche qualche nuova IP estremamente promettente e interessante.

Proseguono le conferenze dell’E3 2019. Da poco conclusa quella di Microsoft Xbox, il testimone viene ora passato a Bethesda, che ci regala uno show leggero e piacevole, con qualche sorpresa, ma soprattutto ricco di emozioni e ringraziamenti, dedicando diversi frammenti dello spettacolo ai propri fan e dando voce ad alcuni di essi. La conferenza è riuscita a regalare delle piccole e grandi novità riguardo l’intero catalogo videoludico di Bethesda attuale e del vicino futuro, lasciando da parte solo The Elder Scrolls VI, di cui però i presentatori rassicurano il positivo e continuo sviluppo. Ma senza perderci in ulteriori chiacchiere, vediamo insieme i temi trattati:

The Elder Scrolls: Blades

Il primo titolo trattato durante la conferenza di Bethesda è stato The Elder Scrolls: Blades, gioco che sicuramente molti di voi avranno visto nello store Google e Apple, ma con la sola possibilità di registrarsi ad un’eventuale beta. Ebbene, l’attesa è terminata! The Elder Scrolls: Blades è oggi ufficialmente disponibile al download suoi propri dispositivi mobile e, sorpresa, anche per Nintendo Switch. Il titolo disporrà inoltre delle modalità cross-save e cross-play: potrete quindi giocare al titolo dal vostro cellulare e, quando scarico, proseguire comodamente su Switch, senza aver perso alcun progresso. Infine, durante il periodo dell’E3 2019, i giocatori di The Elder Scrolls: Blades potranno riscattare gioielli, gemme e decorazioni uniche.

Fallout 76 – Wastelanders

Lo show prosegue dedicandosi poi a Fallout 76. Il titolo non è stato all’altezza delle aspettative dei giocatori al momento del lancio, e gli sviluppatori hanno approfittato di questo palcoscenico per scusarsi pubblicamente e ringraziare i fan. Oggi Fallout 76 è un titolo diverso e migliore, ed è pronto a evolversi ulteriormente con Wastelanders, la nuova espansione in arrivo. Il nuovo contenuto enfatizzerà l’effettivo senso di progressione narrativa: la gente sta tornando ad Appalachian Wasteland per reclamare il territorio che i giocatori hanno ricostruito. Sarà compito nostro incontrare la nuova fazione e deciderne il fato. Ebbene si, finalmente verranno implementati nel mondo di gioco i PNG umani, e potremo interagire con essi attraverso la tipica griglia a risposta multipla, andando così anche ad incidere notevolmente su importanti cardini della storia. Infine, Fallout 76, inoltre, ospiterà una modalità Battle Royale da 52 giocatori al suo interno denominata Nuclear Winter, che sarà possibile vedere in anteprima durante il periodo che va dal 10 al 17 giugno, medesimo lasso di tempo in cui sarà possibile provare Fallout 76 gratuitamente!

GhostWire Tokyo

Si continua con quella che è una nuova e prommettente IP presentata in anteprima mondiale attraverso il palcoscenico dell’E3 2019, GhostWire Tokyo. Ambientato nella capitale giapponese moderna, ma caratterizzato da innumerevoli aspetti fantastici e leggende tipiche, il giocatore dovrà svelare il segreto dietro all’improvvisa scomparsa della popolazione, e sconfiggere l’emergere di un nuovo male. GhostWire Tokyo sarà un action-adventure, ma nessun elemento di gameplay è stato attualmente rivelato. Per sapere di più di questo titolo, a cui stanno lavorando importanti e prestigiose firme del territorio asiatico, non ci resta che attendere.

The Elder Scrolls Online

Se c’è una cosa che Bethesda sa fare VERAMENTE bene, sono i trailer, e con questo filmato dedicato a The Elder Scrolls Online, che prosegue l’arco narrativo introdotto all’annuncio di Elsweyr, non si può che rimanere a bocca aperta. L’ultima espansione di TESO è disponibile dal 4 giugno e, tra le tante cose, ha introdotto i draghi, una nuova classe giocabile e la regione madre dei khajit. Nel corso dell’anno sono previsti poi altri due DLC, che andranno a concludere il corrente arco narrativo.

Commander Keen

Torna a nuova vita Commander Keen, originariamente un classico degli anni ’90 per PC. Il titolo prende oggi la forma di un coloratissimo e spensierato free-to-play per dispositivi mobile, sia Android che iOS, dalla grafica cartoonesca. In questo gioco interpreteremo i figli dell’originale Commander Keen che, canonicamente, è il nipote di BJ Blazkowicz (protagonista di Wolfenstein). I due gemelli, Billy e Billie, faranno uso di un variegato ventaglio di gadget impensabili per affrontare e superare le minacce di questo simpaticissimo tactic game drago-and-drop.

Rage 2 – Rise of the Ghosts

Si prosegue con Rage 2 e, in particolare, la prima espansione di questo irriverente e caotico titolo. Rise of the Ghosts introdurrà nuovi gadget, armi, veoicoli e nemici, tra cui un Verme della Sabbia enorme! Bethesda ha inoltre promesso l’arrivo di nuovi contenuti settimanali per rendere il titolo quanto più imprevedibile possibile.

Wolfenstain Youngblood

La saga che si dedica al massacro e lo sterminio dei nazzisti torna alla carica con Wolfenstein Youngblood. A parlare del titolo sul palcoscenico dell’E3 2019 è stato Jerk Gustafsson, executive producer di MachineGame: è l’anno 1980, BJ Blazkovicz è scomparso, ed è compito delle sue figlie riportarlo indietro. Il titolo si promettere essere il più vasto della saga, con nuove possibilità di customizzazione, abilità, armi, upgrade e tanti, tanti nazi da uccidere. Wolfenstein Youngblood potrà essere giocato in singolo o cooperativa, e sarà disponibile a partire dal 26 luglio del corrente anno.

Deathloop

Direttamente dagli sviluppatori di Dishonored, Arkane Studio Lyon, è in arrivo Deathloop, in un interessante, nuovo e adrenalinico sparatutto in prima persona. Due formidabili assassini si danno una caccia eterna in un ciclio in continua ripetizione. La morte è solo temporanea, ma lasciare l’isola di Blackreef sembra impossibile. Per lui questa è prigionia, e il suo intento è spezzare il ciclo. Per lei questo è un paradiso, e il suo scopo è preservarne il sistema. Come i fan della saga di Dishonored conosceranno bene, i giocatori potranno risolvere le situazioni che gli si pareranno di fronte in molteplici modi. Deathloop non si è mostrato nel suo gameplay e, al momento, non ha ancora una data di uscita ufficiale.

Doom Eternal

Ultimo annuncio della conferenza è stato Doom Eternal, che finalmente ha una data d’uscita ufficiale: 22 novembre del corrente anno! Un nuovo trailer è stato mostrato, questa volta incentrato sulla storyline, per poi passare a parlare dell’incredibile Collector Edition di Doom Eternal. Questa versione conterrà un libro sulla storia, uno steelbook, alcuni contenuti digitali e… l’elmo di Doom Slayers! Avete capito bene, la Collector Edition conterrà una fedelissima e indossabile replica del visore da combattimento del protagonista! Il costo di questo inimitabile pezzo da collezione non è però dei più accessibili, trattandosi di ben 199,99 dollari.

In conclusione, la conferenza di Bethesda per questo E3 2019 non è stata tra le più sorprendenti, ma ha sicuramente regalato diverse piacevoli sorprese. Ghostwire e Deathloop sembrano essere due nuove IP interessanti e promettenti, e le continue novità per The Elder Scrolls Online e Fallout 76 lasciano intravedere un futuro ancora piuttosto roseo per questi titoli. Ed è tutto per oggi, non ci resta che darvi appuntamento sulle pagine di Gogo Magazine per le prossime conferenze!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *