Connect with us

Game News

The Last of Us Parte 2: modifiche alle armi e nuove animazioni in un brevvideo

mm

Published

il

Una breve clip comparsa poche ore fa su Twitter ci offre un nuovo sguardo sulla personalizzazione delle armi e le incredibili animazioni che caratterizzeranno The Last of Us Parte 2.

Nella giornata di ieri vi abbiamo comunicato di come The Last of Us Parte 2 sia entrato nelle fasi finali dello sviluppo, con il team attualmente impegnato nelle ultimissime rifiniture che precedono l’uscita del gioco che, proprio per questi motivi, non dovrebbe subire ulteriori ritardi. A dispetto dei pochi mesi che ci separano dal debutto, però, c’è ancora spazio per nuove informazioni relative al lavoro Naughty Dog, che oggi si vanno ad arricchire grazie ad una breve clip comparsa su Twitter, incentrata sulla personalizzazione delle bocche da fuoco che saranno disponibili nel corso dell’avventura.

Il filmato ci permette di dare uno sguardo ravvicinato al menu in-game, tramite il quale Ellie potrà intervenire sulla customizzazione delle armi: il video mette in risalto la possibilità di modificare la canna del fucile, per incrementare il quantitativo di danni inflitti, l’aumento delle dimensioni del caricatore e, per concludere, l’utilizzo di un mirino dall’elevata capacità di ingrandimento. Il sistema di upgrade verterà, al solito, sull’impiego di particolari pezzi, ma a colpire maggiormente nel filmato è sicuramente l’incredibile attenzione per i dettagli profusa dai talentuosi ragazzi di Naughty Dog, capaci di conferire anche ad elementi sostanzialmente semplici e marginali come questi un incredibile realismo. L’esempio lampante di quanto scritto è rappresentato dalle animazioni che regolano il comportamento di Ellie, estremamente credibili e realistiche, capaci di conferire un ulteriore spessore a quello che sarà il protagonista principale del titolo.

Vi ricordiamo che l’uscita di The Last of Us Parte 2 è prevista, ovviamente in esclusiva su PlayStation 4, per il prossimo 29 maggio. Il titolo, giusto per stuzzicare ulteriormente i fan, sarà presente con una demo giocabile di un’ora nel corso del PAX East 2020.

Gamer cresciuto all'ombra del tubo catodico, sia in casa che in sala giochi, amante del Giappone in ogni sua forma, traduttore freelance e aspirante musicista non ancora pronto ad appendere lo strumento al chiodo. Dopo quasi un decennio trascorso a scrivere di videogiochi da semplice blogger, sono pronto ad intraprendere una nuova avventura editoriale.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *