Connect with us
Ben Affleck e Matt Damon, Gogo Magazine Ben Affleck e Matt Damon, Gogo Magazine

Cinema

Ben Affleck e Matt Damon irriconoscibili sul set del film di Ridley Scott

mm

Published

il

Entertainment Tonight ha condiviso online le prime immagini dal set di The Last Duel con Ben Affleck e Matt Damon quasi irriconoscibili in scena.

Il nuovo film di Ridley Scott è una storia con un cast di star! Il regista noto per Alien, Blade Runner e Il gladiatore è alla regia di The Last Duel, che sarà interpretato da Ben Affleck, Adam Driver, Matt Damon e Jodie Comer. Il film è stato scritto da Damon e Affleck insieme a Nicole Holofcener ed è basato sul libro di Eric Jager. Ben Affleck e  Matt Damon sono noti per le loro collaborazioni, ma non hanno scritto una sceneggiatura insieme da quando hanno vinto l’Oscar nel 1998 per Good Will Hunting. Ieri ET Online ha condiviso alcune foto del set di The Last Duel, in corso di produzione in Francia. Potete leggere la descrizione di ET qui sotto:

“Il film, diretto da Ridley Scott, è ambientato nella Francia del XIV secolo e racconterà la storia reale dei cavalieri Jean de Carrouges e Jacques Le Gris, che hanno partecipato all’ultimo duello ufficialmente sancito dopo che il primo ha accusato il secondo di aver violentato la moglie”, scrive ET. Le immagini condivise degli attori sono decisamente curiose. I due attori, infatti, sembrano quasi irriconoscibili. Potete dare un’occhiata alle foto nel post qui sotto:

Molte persone sono andate su Twitter per commentare le foto del set, che oltre a Ben Affleck e Matt Damon includono anche Driver. Ecco alcune delle migliori reazioni di Internet:

ET ha parlato del film con Ben Affleck, che ha detto di essere “molto eccitato” e “un po’ nervoso” per il progetto.

“Non ho mai fatto film storici ambientati nel Medioevo! È il 1386, quindi è con armature, spade e cose del genere”, ha spiegato. “Ma è stato un vero piacere lavorare con Matt e Nicole Holofcener, che ha scritto la sceneggiatura con noi. [Matt ed io] continuavamo a dire: “Perché non lo facciamo più spesso?””

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *