Connect with us

Musica

Ed Sheeran: 5 cose da sapere sul cantante

Published

il

Ed Sheeran  con i suoi capelli rossi,  lo sguardo timido, le  lentiggini e quell’irresistibile dolcezza delle sue canzoni, è tornato sulle scene  con il tour mondiale e un nuovo ed emozionante album Divide (:) . Ecco 5 cose da sapere su di lui.

Ed Sheeran è senza dubbio uno dei cantanti più amati nel panorama pop internazionale.E’ più che sufficiente pensare che  Divide è stato l’album venduto più velocemente nella storia dei cantanti inglesi raggiungendo le 700mila copie vendute al momento dell’uscita.

Ecco le 5 curiosità sul cantante inglese più amato del momento:

1) Nel giorno del suo 26esimo compleanno, il 17 febbraio, Pizza Express ha creato appositamente per il più ascoltato cantante del momento, una pizza-torta per Ed Sheeran: si chiama Ed-Abrese.

Sheeran non poteva essere che un ragazzo entusiasta per questo tipo di sorpresa, una pizza dedicata a lui!

2) I produttori di “Game of Thrones” lo vorrebbero per un cameo (come hanno già fatto Coldplay, Mastodon, Bastille…), ma Ed Sheeran ha spiegato più volte con il modo ironico tipico inglese che ogni volta che lo chiamano, è in tour da qualche parte per il mondo . Comunque i produttori non hanno ancora perso la speranza e  hanno regalato a Ed Sheeran una spada uguale uguale a quelle usate sul set.

3) Rimanendo sempre sull’argomento regali: un’altra  volta, per un altro compleanno di Ed Sheeran , il fratello Matt, da buon fratello maggiore, gli ha impacchettato una Barbie. Una vera e propria Barbie e al contrario di cosa ci si aspetti dal cantante inglese più influente dei nostri tempi, Ed Sheeran sembrerebbe aver gradito il regalo a sorpresa del fratello.

4)  Sicuramente il regalo per bambine per Ed Sheeran è molto meglio della quarta curiosità su il cantante di Shape of you:  una torta fatta di capelli che gli ha spedito una fan. Un regalo da brividi, pessima sorpresa per Sheeran.

5) Ecco tutti i nomi delle sue chitarre. Lloyd, Felix, Cyril, Trevor, Keith, Nigel e James The Second.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *