FIMI Awards: da Beyoncé a Salmo — Gogo Magazine
Connect with us
fimi-awards fimi-awards

Musica

FIMI Awards: da Beyoncé a Salmo

Published

on

Scopriamo quali sono tutti i singoli e gli album che questa settimana hanno ottenuto la certificazione FIMI.

Il lunedì è il giorno delle certificazioni FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana). Arrivano i FIMI Awards della quarta settimana del 2019 che puntualmente assegnano i dischi Oro e Platino agli album e ai singoli più venduti in Italia.

Partiamo dagli album. Il Disco di Platino va a due dischi un po’ vecchiotti: la raccolta del 2015, “Hitstory”, di Gianna Nannini e il terzo lavoro di Marracash, “King del rap”, del lontano 2011. Ottengono l’Oro FIMI due album dell’anno scorso: “Sweetener” di Ariana Grande e “50 al centro” di Claudio Baglioni.

Disco d’Oro anche per il fantastico album omonimo di Beyoncé. Si tratta del quinto lavoro discografico della cantante che ricordiamo, contiene alcuni dei brani più belli: “Drunk in love”, “Partition” e “Flawless”.

Tra i singoli certificati questa settimana, grande trionfo per Jake La Furia che ottiene il quarto Platino per la sua “El Party” del 2017, collaborazione con Alessio La Profunda Melodia. Secondo Platino invece per la bellissima “Il cielo nella stanza” di Salmo e per “Nevermind” di Dennis Lloyd.

Sempre per quando riguarda i singoli, ma in ambito italiano, ottengono il disco d’oro con 25.000 copie: Coez con “È sempre bello”, Brunori Sas con “Lamezia Milano”, i Negramaro con “Per uno come me” e il rapper GionnyScandal con “Sei così bella”.

FIMI-awards

L’inarrestabile Pedro Capò continua con il suo progetto di conquista del mondo a suon di musica latino americana e si prende l’Oro FIMI con “Calma”. Oro anche per “Englishman in New York” di Sting, “Fallin'” di Alicia Keys, “Lash out” di Alice Merton.

 

In questo articolo, abbiamo stilato la Top ten FIMI dei singoli più ascoltati della settimana dal 18 al 24 gennaio.

Tutte le certificazioni di questa settimana e delle precedenti, le trovate sul sito ufficiale della FIMI.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *