Connect with us

Approfondimenti

Game of Thrones: Maisie Williams racconta le difficoltà nell’interpretare Arya

Published

il

Game of Thrones ci ha da sempre abituati a non adagiarci sui momenti, ponendosi sempre in avanti con un’evoluzione continua e ricca di fascino. I personaggi di Game of Thrones evolvono, cambiano, mutano, si a in relazione agli eventi, sia in relazione al loro modo di assorbirne le conseguenze, sia per bisogno. E’ proprio questo il caso di Arya Stark, uno dei personaggi più amati di Game of Thrones, con una delle evoluzioni più oscure…

 Game of Thrones

Mentre restiamo tutti in attesa di nuovi dettagli legati a questa ottava stagione di Game of Thrones, mentre i fan e i curiosi cercano risposte anche nei meandri più oscuri dell’internet, molti protagonisti di Game of Thrones hanno parlato del loro lavoro e del loro rapporto con quanto creato fino ad ora. Durante un’intervista a Elle, Maisie Williams, Arya Stark in Game of Thrones, ha rivelato quanto attualmente pensa del suo personaggio e del lavoro che c’è stato dietro:

“Sono la serial killer per cui tutti fanno il tifo”.

Ha aperto Maisie.

“Fino all’ultima stagione Arya ha sempre eliminato i cattivi, ma quando l’abbiamo vista iniziare a usare i suoi poteri manipolatori qualcosa è cambiato”.

La scena di Game of Thrones di  cui parla, è quella in cui Arya manipola la sorella Sansa.

“Solo quando ha avuto un lungo dialogo con la sorella Sansa quarto episodio della settima stagione de Il Trono di Spade, il pubblico ha compreso che cosa fosse diventata, si è comportata molto male con qualcuno che amiamo”.

 Game of Thrones

Ecco che l’evoluzione di Game of Thrones viene percepita dal pubblico stesso, che fino a quel momento non aveva realizzato quanto profondamente fosse cambiata Arya.

 Game of Thrones

Le dichiarazioni di Maisie Williams non finiscono qui:

“Per me è stato incredibile poter interpretare uno dei personaggi più amati nel momento in cui diventa cattivo. E’ stato davvero eccitante, anche se è una scena orribile. Inoltre Sophie Turner, che interpreta Sansa, è la mia migliore amica”.

In conclusione, l’attrice di Game of Thrones ha raccontato il suo modo di lavorare in questi casi:

“Mi ha aiutato molto riportare alla mente alcuni drammi del mio passato, ma è stato orribile. Devi attingere alla tua vita, così a volte per entrare nella testa di Arya ho pensato ad alcune brutte cose che mi erano accadute. E’ difficile far finta di niente”.

 

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *