Connect with us
una serie di sfortunati eventi 2x09 olaf una serie di sfortunati eventi 2x09 olaf

Recensione

Una Serie di Sfortunati Eventi 2×09: RECENSIONE – Il carosello carnivoro (Parte 1)

mm

Published

il

Una Serie di Sfortunati Eventi 2×09. Dopo essere letteralmente scappati dall’Heimlick Hospital in fiamme, i Baudelaire non avrebbero mai pensato che nascondersi nella macchina del Conte Olaf li avrebbe temporaneamente salvati. La recensione di Gogo Magazine.

Nella puntata precedente di Una Serie di Sfortunati Eventi, l’ospedale è andato in fiamme e i Baudelaire hanno sfruttato il bagagliaio della macchina del Conte Olaf come nascondiglio. Non più soli e liberi, ma insieme e in pericolo. Il nuovo capitolo degli sfortunati eventi degli orfani è ambientato in un carosello carnivoro.

una serie di sfortunati eventi 2x09 olaf

Una Serie di Sfortunati Eventi 2×09: Ruoli invertiti

Ne “Il carosello carnivoro” i ruoli sono completamente rovesciati: i Baudelaire si travestono e mentono, mentre il Conte Olaf, per la prima volta, impersona se stesso. Un capovolgimento di ruoli che imprime un netto cambiamento nella struttura degli eventi fino a qui narrati. Un processo che era iniziato in “L’ostile ospedale” e che si completa in questo capitolo.

Lemony Snicket si diletta con  questi espedienti narrativi e il risultato è un coinvolgimento maggiore nella trama. Nella stessa direzione va interpretato il lungo flashback iniziale che consente agli spettatori di cominciare ad avere il quadro della situazione. Soprattutto per quanto riguarda l’acronimo V.F.D., sciolto nel finale: Volontari del Fuoco.

Una Serie di Sfortunati Eventi 2×09: Una citazione e una vecchia amica

Sotto la falsa identità di Madame Lulù, si cela una vecchia amichevole conoscenza dei Baudelaire: Olivia, la bibliotecaria della Prufrock Preparatory School. Anche lei travestita con un insolito e particolare armadio dei segreti su cui campeggia la scritta: Cabinet Caligari.

Se, infatti, il capitolo “L’ostile ospedale” aveva come citazione predominante Shining, questo capitolo omaggia in maniera chiara “Il gabinetto del Dottor Caligari“, film muto del 1920, simbolo del cinema espressionista tedesco, che racconta la storia del Dottor Caligari e del suo sonnambulo Cesare, in grado di predire il futuro… proprio come Madame Lulù.

E ora aspettiamo l’arrivo dei leoni!

Formazione prettamente umanistica: dalla triennale in Lettere a Torino alla magistrale in Editoria e giornalismo a Roma. Appassionato di scrittura e cultura... e oramai da anni invischiato nel mondo delle serie tv.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *