Connect with us
Il Paradiso delle signore, trama 14 settembre: Maria torna, Flora si licenzia Il Paradiso delle signore, trama 14 settembre: Maria torna, Flora si licenzia

RAI

Il Paradiso delle signore, trama 14 settembre: Maria torna, Flora si licenzia

Published

il

Piacevoli sorprese e inediti imprevisti accadranno nella puntata de Il Paradiso delle signore trasmessa il 14 settembre su Rai 1. La trama della soap opera, interamente realizzata in Italia, rivela che Maria Puglisi tornerà a Milano mentre Flora Ravasi decide di licenziarsi.

Ecco tutti i dettagli.

Anticipazioni Il Paradiso delle signore puntata mercoledì 14 settembre

Le anticipazioni de Il Paradiso delle signore riguardanti la nuova puntata trasmessa mercoledì 14 settembre sui teleschermi di Rai 1 annunciano inediti colpi di scena. Scendendo nei dettagli, Veronica riceverà una telefonata da parte di Gemma, che la prega di farla ritornare a casa dal convento. Ma la madre non crederà che i tempi siano ancora maturi visto che teme che sua figlia  non abbia ancora espiato i suoi peccati. Peccato, che non sappia che l’amazzone sia tornata a Milano all’oscuro di tutti.

Anticipazioni Il Paradiso delle signore puntata mercoledì 14 settembre

Maria torna a Milano, Flora decide di licenziarsi

Nella puntata del 14 settembre de Il Paradiso delle signore, Maria tornerà a Milano elegantissima. Vittorio accoglierà la ricamatrice a braccia aperte, promettendole grandi sviluppi per la sua carriera. Nel frattempo, Roberto incontrerà Gemma per le vie di Milano. Per questo motivo, il pubblicitario informerà subito Ezio, che convincerà la figliastra a ritornare immediatamente a casa.

Il Paradiso delle signore: Maria torna a Milano, Flora decide di licenziarsi

Agnese, invece, avrà un duro confronto con Adelaide dopo essere tornata a lavorare in sartoria. Qui, il clima non sarà dei migliori visto che nessuna delle due donne avrà intenzione di abbassare la testa. Flora, invece, comprenderà che il vero problema è lei, tanto da decidere di licenziarsi.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *