Fallout 76: nuovi dettagli su personalizzazione, Perk e molto altro
Connect with us
Fallout 76 E3 Fallout 76 E3

Approfondimenti

Fallout 76: nuovi dettagli su personalizzazione e Perk direttamente dal QuakeCon 2018

Published

on

Nella giornata di oggi, Bethesda ha tenuto un Panel dedicato a Fallout 76 in occasione del QuakeCon 2018. Andiamo ora a scoprire tutti i nuovi dettagli rivelati durante l’evento.

Dopo l’annuncio del periodo di rilascio della B.E.T.A di Fallout 76, eccoci di nuovo sul pezzo per aggiornarvi su tutti i nuovi dettagli forniti da Bethesda durante il QuakeCon 2018. Gli sviluppatori si sono concentrati in particolare sulla personalizzazione del nostro personaggio e sui Perk presenti nel titolo.

fallout 76 header

Fallout 76: informazioni generali sul titolo

Come prima cosa gli sviluppatori Chris Mayer, Jeff Gardiner e Todd Howard hanno fatto un piccolo recap sulle informazioni che già sono state svelate nelle settimane passate. Fallout 76 sarà un open world rpg con meccaniche online. I giocatori potranno affrontare il gioco in solitaria o in compagnia di altri giocatori. Non saranno presenti NPC, saranno infatti i giocatori stessi a ricoprire tale ruolo.

Rispondendo a una delle domande dei fan, Todd Howard ha spiegato come i fan della serie amino i Fallout per motivi differenti: l’esplorazione, il crafting o il combattimento. Per questo motivo, non bisogna pensare che l’introduzione di una nuova meccanica come l’online possa portare la serie verso la rovina.

fallout_76_main

Fallout 76: nuovi dettagli sulla personalizzazione

Durante il Panel dedicato a Fallout 76, gli sviluppatori hanno rivelato nuove informazioni sulla progressione e sulla personalizzazione del personaggio che controlleremo. Nel nuovo titolo avremo alcune nuove feature durante la creazione del nostro protagonista. Potremo infatti creare la nostra foto ID che verrà utilizzata per identificarci all’interno del titolo.

fallout 76 creazione personaggio

Fallout 76: tutto quello che sappiamo sui Perk

Gli sviluppatori hanno mostrato poi un nuovo video riguardante i Perk all’interno di Fallout 76. Nel filmato possiamo vedere come ogni personaggio potrà avere diverse specializzazioni e potrà migliorare in differenti rami tramite alcune carte. Potremo inoltre guadagnare alcune abilità particolari tramite le mutazioni, ma tali skill porteranno anche a dei malus.

In seguito gli sviluppatori hanno mostrato le possibilità di progressione una volta saliti di livello. Potremo infatti scegliere fra le carte abilità (questo infatti sarà il nuovo aspetto dei Perk all’interno del titolo) da far utilizzare al nostro personaggio. Salendo di livello guadagneremo delle nuove carte. Se riceveremo una carta identica a una di quelle da noi già utilizzate, potremo fonderle tra loro per crearne una dello stesso tipo ma di livello superiore, sbloccando di conseguenza maggiori bonus.

fallout 76 quakecon 2018

Dal livello 1 al livello 10 riceveremo un pacchetto di carte ogni due livelli, mentre dal livello 11 in poi ne riceveremo uno ogni 5 livelli. In Fallout 76 attivando alcune abilità, come per esempio un Perk che permette di trovare un maggior numero di munizioni, potremo condividerne i bonus con tutta la squadra con cui giocheremo. Ci saranno comunque carte che porteranno benefici solamente a coloro i quali decideranno di affrontare Fallout 76 in solitaria. Qualche volta potremo trovare delle carte di livello superiore al nostro; inoltre riceveremo carte solamente fino al raggiungimento del livello 50. A quel punto però potremo diventare più forti scambiando carte con gli altri giocatori.

In Fallout 76 potremo sfruttare le mutazioni a nostro vantaggio. Nel titolo saranno infatti presenti alcune carte che faranno mutare il nostro personaggio facendoci guadagnare dei bonus ma allo stesso tempo dei malus.

fallout 76 mutazioni

Fallout 76: nuovi dettagli riguardo le interazioni con gli altri giocatori

Se non ci saranno NPC come funzionerà il carisma in Fallout 76? Rispondendo a tale domanda, gli sviluppatori hanno dichiarato che scambiando le carte  carisma con altri giocatori, sbloccheremo bonus per il team. Coloro che giocheranno in solo non faranno molto uso di tali carte, ma le squadre ne trarranno sicuramente dei benefici.

Una volta che saremo uccisi da un giocatore, avremo modo di vendicarci per guadagnare il doppio della ricompensa in termini di loot ed esperienza. Non ci saranno comunque benefici per “gli assassini”. I giocatori che uccideranno altri personaggi infatti verranno marchiati di rosso sulla mappa e potranno essere localizzati dalle altre persone. “L’assassino” invece non potrà vedere i suoi avversari sulla mappa.

Fallout-76-3-1280x720

Gardiner ha poi dichiarato che in Fallout 76 ci saranno benefici per chi utilizzerà la modalità stealth. Una volta accovacciati infatti, non saremo più visibili sulla mappa e potremo cecchinare da lontano nemici e giocatori senza essere localizzati. Todd Howard ha inoltre aggiunto che non potremo essere attaccati fino al raggiungimento del livello 5.

Gli sviluppatori infine, parlando delle Nuke presenti in Fallout 76, hanno dichiarato che potremo creare i progetti delle nostre strutture più belle in modo tale da poter facilmente ricostruire tali edifici nel caso in cui dovessero essere distrutti dall’arrivo di un missile.

In Fallout 76 saranno infine disponibili chat vocali per la nostra squadra e per comunicare con tutti i giocatori presenti nel server, ma potremo comunque disabilitarle nel caso in cui volessimo giocare in solitaria.

Se volete fare il punto su tutto ciò che sappiamo su Fallout 76, potete leggere il nostro articolo dedicato.

Per concludere vi rimandiamo al trailer di Fallout 76 rilasciato in occasione della conferenza tenuta da Bethesda durante lo scorso E3.

Vi ricordiamo inoltre che il titolo verrà rilasciato su PC, PlayStation 4 e Xbox One il 14 Novembre 2018.

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità riguardanti Fallout 76, continuate a seguire il nostro sito e la nostra pagina Facebook!

Videogiocatrice fin dall'infanzia, prediligo RPG e avventure grafiche ma non disdegno alcun tipo di genere. Per seguire questa mia grande passione ho deciso di iniziare questo nuovo cammino come articolista, sperando un giorno di poter partecipare ad alcuni degli eventi più importanti dell'ambiente videoludico in qualità di giornalista.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *