Connect with us

Cinema

Morto Stan Lee: la storia della carriera e della vita del creatore dei Marvell

mm

Published

il

Il sito americano Tmz ha appena annunciato nella data odierna, 12 novembre 2018, la morte di Stan Lee all’età di 95 anni. Conosciuto in tutto il mondo per l’ideazione di alcuni personaggi indimenticabili: da SpiderMan a X-Man passando per i Fantastici Quattro. Ripercorriamo insieme i tratti salienti della carriera di Stan Lee.

Stan Lee: gli esordi del mito

Stan Lee è lo pseudonimo di  Stanley Martin Lieber, nato a New York il 28 dicembre del 1922. Cresciuto in una famiglia di immigrati ebrei, Stan Lee e la famiglia si trasferirono a New York dopo la nascita del ragazzo. Da giovane, Lee cominciò a lavorare come addetto alle copie presso la Timely Comics, l’azienda che avrebbe poi preso il nome di Marvel Comics. Il suo primo lavoro, firmata con lo pseudonimo di Stan Lee, fu pubblicato nel 1941. Presto i direttori e Simon e Jack Kirby si resero conto del suo incredibile talento e decisero di promuoverlo da semplice scrittore di riempitivi a quello di sceneggiatore di fumetti completi, diventando così il più giovane editor nel campo, all’età di 19 anni. Durante gli anni cinquanta Stan Lee Lee lavorò per differenti testate, dedicandosi principalmente ai fumentti. Alla fine del decennio, fortemente insoddisfatto del lavoro, aveva pensato di abbandonare il campo dei fumetti.

Stan Lee

Stane Lee: gli anni d’oro della sua carriera

Durante gli anni 60 venne proposto a Stane Lee il compito di creare un nuovo gruppo supereroistico. Proprio grazie all’ideazione di celebri personaggi la Timely, diventata Marvel Comics, vide risollevate le proprie sorti.  Tra le maggiori creazioni di quel periodo ci furono: l’Uomo Ragno, Hulk e gli X-Men. Lo stile dell’autore era amichevole e confidenziale verso i lettori. Fu indimenticabile anche la storia, negli anni 70, che lo vide coinvolto nella redazione su commissione del Dipartimento per la Salute, Educazione e Assistenza Pubblica di una storia sui pericoli che derivavano dall’uso di droghe: egli elaborò una storia in cui il migliore amico dell’Uomo Ragno diventava dipendente dalle pasticche. Negli anni 80 si dedicò principalmente alla realizazzione della versione cinematografica dei suoi personaggi. Alla fine degli anni 90 tentò più volte di realizzare delle sue case di produzione senza successo.

Stan Lee: gli ultimi anni

Negli ultimi anni della sua vita Stan Lee ebbe numerosi problemi che segnarono tristemente la sua vecchiaia. Infatti, in primo luogo, Stan Lee perse la moglie nel luglio del 2017. Successivamente venne accusato di molestie sessuali ed ebbe molteplici problemi di salute. Il suo copioso patrimonio fu al centro di una sanguinosa lotta tra la figlia, alcuni manager e avvocati. Infine il netto perggioramento delle sue condizioni di salute venne annunciato lo scorso ottobre dal sito Daily Beast, fino alla tragica notizia di oggi.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *