Rick e Morty: un dirigente di Adult Swim ha parlato di un rimedio per i fa...
Connect with us

Approfondimenti

Rick e Morty: un dirigente di Adult Swim ha parlato di un rimedio per i fan tossici della serie

Published

on

Nel mondo dell’intrattenimento, soprattutto in quello delle masse, non è raro che venga a formarsi un rapporto morboso tra i fan e le opere che ammirano, Rick e Morty non fa eccezione. Al momento i fan di tutto il mondo restano in attesa della nuova stagione in arrivo e, andando oltre le varie indiscrezioni, le domande aumentano con l’eccitazione…

Rick e Morty

Proprio in relazione a questo tipo di fandom tossico si è recentemente espresso uno dei dirigenti di Adult Swim, il quale ha suggerito quello che è secondo lui il miglior modo per gestire coloro che hanno questo tipo di rapporto con Rick e Morty.

Nel corso di una discussione al panel della Television Critics Association, tramite TV Guide, Jason DeMarco, Adult Swim senior vice president, ha rivelato che secondo lui il modo migliore per tenere a bada i fan tossici di Rick e Morty è quello di ignorarli:

“C’è un segmento di fan di Rick e Morty che è tossico”

“Sono la minoranza.”

Rick e Morty

Oltre ha tutto ciò DeMarco ha parlato dei fan che incontra nel corso delle fiere, rivelando che la maggioranza delle volte si ritrova davanti a persone “dolci” e ribadendo che l’occuparsi degli altri fan “mele marce” di Rick e Morty non è così impegnativo.  Secondo lui molto sta in Rick e Morty di per sé, lo show, a suo parere, dovrebbe in primis muovere il pubblico verso un comportamento più positivo.

“Quello che dobbiamo fare”

“è mostrare questo è qualcuno che non vuoi essere”.

In base a quanto riportato, sembrerebbe che questo sotto gruppo di fan, seppur una minoranza, sia uno dei peggiori. Molti sono stati gli episodi negativi originatisi fra le sue fila, uno fra tutti l’episodio avvenuto al Mc Donald’s, nel corso della realease di Rick e Morty nel 2017, quando i fan si sono adirati quando la salsa Szechuan in omaggio era finita.

Fonte: ComicBook.

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *