Connect with us
Assassin's Creed Odyssey Assassin's Creed Odyssey

Game Guide

Assassin’s Creed Odyssey Guida: Trucchi per sconfiggere il Minotauro

Published

on

Apriamo la stagione della caccia alle creature mitologiche di Assassin’s Creed Odyssey con una serie di guide che vi mostreranno alcuni trucchi per sconfiggere i mostri più ostici del gioco. Iniziamo con il Minotauro.

Assassin’s Creed Odyssey è arrivato. Già da una settimana i giocatori di tutto il mondo stanno affrontando la loro Odissea nelle acque dell’Egeo del V secolo a.C. Tra le varie sfide offerte dal gioco, ce ne sono alcune un po’ più ostiche. Fanno parte di questa categoria le “battute di caccia mitologiche“, abbastanza impegnative e mai semplici da portare a termine. La maggior parte di esse sono relegate ad una missione secondaria, mentre quattro fanno parte di una delle quest principali. I mostri in questione sono la Sfinge, il Minotauro, il Ciclope e Medusa. Iniziamo con il terrore di Cnosso, abitante del labirinto, leggenda dell’isola di Creta, sconfitto da Teseo, ancora vivo per dare del filo (di Arianna) da torcere a chi è così sprovveduto da affrontarlo. Stiamo parlando, ovviamente, del leggendario Minotauro.

Il seguente articolo potrebbe contenere SPOILER riguardanti alcune parti della storia principale. Vi consigliamo di raggiungere almeno il livello 30 prima di procedere nella lettura per evitare ogni sorta di anticipazione.

Assassin's Creed Odyssey

Loading...

Assassin’s Creed Odyssey Guida

Trucchi per sconfiggere il Minotauro

Dove trovare il Minotauro in Assassin’s Creed Odyssey

Il Minotauro rappresenta uno degli obiettivi principali della quest primaria riguardante Atlantide e Pitagora. Una volta sbloccata la missione (o anche solo avventurandovi sul luogo), dovrete dirigervi, ovviamente, a Creta. La location esatta si trova presso le rovine del Palazzo di Cnosso, residenza di Re Minosse. Prima di poter affrontare la leggendaria creatura dovrete, però, completare una quest secondaria. Questa vi farà mettere alla ricerca di tre uomini che sanno come entrare nel labirinto. Una volta completata la quest di Andro (il ragazzino che lega la vicenda), potrete entrare.

Assassin's Creed Odyssey

Nel labirinto

Ovviamente, prima di poter affrontare il Minotauro dovrete riuscire a superare il labirinto. Questo è evidentemente frutto della Prima Civilizzazione, data l’architettura prettamente fantascientifica. Il labirinto ormai è in rovina, quindi non è troppo difficile trovare la strada giusta, anche perché, per un tratto del percorso, sarete guidati dal filo di Arianna che Teseo si era lasciato alle spalle secoli prima.

Assassin's Creed Odyssey

 

Lo scontro con il Minotauro

Una volta raggiunta l’entrata, potrete finalmente affrontare il Minotauro. Non è un nemico troppo ostico da sconfiggere, ma è consigliato raggiungere almeno il livello del mostro prima di procedere.

I suoi movimenti sono molto pesanti, ma non troppo lenti. Il nostro consiglio è quello di utilizzare il combattimento corpo a corpo. Caricare un colpo con l’arco è estremamente difficile a causa di una carica fulminea da parte del Minotauro che non vi permette di scoccare la freccia. Un modo per infliggere più danni è l’attacco Ultra del corpo a corpo, quello che consuma tre barre di adrenalina.

La strategia migliore sarebbe quella di attaccare con colpi leggeri per caricare velocemente l’adrenalina e utilizzare colpi speciali corpo a corpo letali (non utilizzate quelli che stordiscono, in quanto sono completamente inutili). Non parate, ma utilizzate la schivata. Rimanete sempre in movimento e state attenti alla sua ascia, in quanto ha una portata estremamente elevata. Seguendo questo metodo, non impiegherete molto a conquistare la vittoria. La ricompensa, oltre ad uno dei manufatti per sigillare Atlantide, è l’ascia bipenne del Minotauro.

Assassin's Creed Odyssey

Il mito dietro la simulazione

Per chi vuole sapere quanto di “vero” ci sia dietro la trasposizione del mito di Teseo e il Minotauro all’interno di Assassin’s Creed Odyssey, ecco un breve approfondimento.

Il mito inizia con Re Minosse, figlio di Zeus ed Europa. Egli chiese a Poseidone un toro che avrebbe sacrificato in onore dello stesso dio. Questi acconsentì, ma una volta che Minosse vide la magnificenza di quel toro bianco, decise di tenerlo e ne sacrificò un altro. Poseidone non ne fu contento. La punizione fu l’irrefrenabile amore che la moglie di Minosse provò per il toro. Dall’unione dei due nacque il Minotauro, mostruoso incrocio tra uomo e toro. Minosse, per tenerlo lontano da tutti, ordinò a Dedalo di costruire il labirinto di Cnosso, dove il mostro avrebbe passato il resto dei suoi giorni.

Assassin's Creed Odyssey

Le Rovine di Cnosso a Creta

Assassin's Creed Odyssey

Le rovine di Cnosso in Assassin’s Creed Odyssey

A causa della morte del figlio ad Atene per una disputa, Minosse costrinse gli ateniesi ad inviare ogni anno sette fanciulli e sette fanciulle nel labirinto per sfamare il Minotauro. Diverso tempo dopo, Teseo, figlio del Re Egeo, decise di partire come volontario per uccidere il mostro mangia uomini. Il padre gli disse di portare con se due tipi di vele, bianche e nere. Le prime le doveva montare nel caso in cui fosse tornato vincitore a casa. Le seconde, invece, dovevano essere montate nel caso in cui Teseo fosse morto per mano del Minotauro. Arrivato a Cnosso, la figlia di Minosse si innamorò perdutamente di lui e gli fornì l’iconico “filo di Arianna“, in modo tale da non perdersi nel labirinto. Una volta uccisa la creatura, salpò con Arianna alla volta di Atene, ma durante il viaggio decise di abbandonarla sull’isola di Nasso, probabilmente perché non era innamorato di lei o perché non desiderava fare ritorno in patria con la figlia del nemico.

Assassin's Creed Odyssey

Per il finale sono presenti diverse versioni. Alcuni sostengono che Poseidone abbia punito Teseo per quest’azione scagliandogli contro una tempesta che lacerò le vele bianche, costringendolo a sostituirle con quelle nere. Altri dicono che per l’eccitazione si sia dimenticato di motare le vele bianche e sia partito con le nere. Fatto sta che, quando il padre Egeo vide le vele nere in lontananza, si getto in mare per il dolore inflittogli dall’apparente perdita del figlio. Il mare dove morì fu chiamato in suo onore Mar Egeo.

Ubisoft sembra essere rimasta più fedele alla realtà di quanto lo sia la leggenda. Si dice che il labirinto del Minotauro fosse il Palazzo di Cnosso stesso, data la sua continua espansione con ambienti sempre più ramificati. Nel gioco, infatti, il labirinto è posizionato al di sotto della residenza reale di Re Minosse e sembra essere parte integrante dell’intricata struttura di stanze che contraddistingue il Palazzo.

Assassin's Creed Odyssey

Il Minotauro fa la sua apparizione anche nel dodicesimo canto dell’Inferno della Divina Commedia di Dante. Si trova a guardia del Cerchio dei violenti.

Altro riguardo Assassin’s Creed Odyssey

Sapete che nel gioco è presente la Spada nella Roccia? Ecco la guida a come trovarla.

Leggete la nostra recensione e scoprite perché la saga di Assassin’s Creed è ufficialmente morta con Odyssey.

Non riuscite a progredire nel gioco come vorreste? Allora date un’occhiata alla nostra guida contenente trucchi e consigli.

Non perdetevi il nostro speciale unboxing della Pantheon Edition di Assassin’s Creed Odyssey, dal valore di ben €250!

Avete notato l’omaggio a Trainspotting nel trailer live-action di Assassin’s Creed Odyssey? Ecco la nostra analisi.

Ecco come riscuotere lo Spartan Starter Pack che Ubisoft ha messo in regalo per gli utenti Ubisoft Club.

Ubisoft ha rivelato quali saranno i contenuti che seguiranno l’uscita di Assassin’s Creed Odyssey.

Prossimo capitolo di A.C. nel Giappone Feudale?

Perché è stata scelta l’Antica Grecia?

Gli attori che interpretano Alexios e Kassandra in Odyssey.

Cosa aspettarsi dal nuovo capitolo ambientato nell’Antica Grecia.

Dopo Odysseyla serie non tornerà ogni anno.

Per non perdervi neanche una news riguardante Assassin’s Creed Odyssey, seguiteci su Facebook e iscrivetevi al nostro gruppo, La Locanda Del Gamer.

Assassin's Creed Odyssey

loading...
  • Gogo Magazine è un periodico edito da Gogo Editore
    Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Velletri autorizzazione n. 13/2018 del 08/05/2018
    Direttore Responsabile: Andrea Fabiani

    Magazine potrebbe utilizzare contenuti immagine recuperati da internet e ritenuti di pubblico dominio. Qualora i soggetti interessati, gli autori, eventuali detentori di copyright od altri diritti si opponessero alla pubblicazione è possibile contattare la redazione (redazione@gogomagazine.it) per chiedere la tempestiva rimozione dei contenuti.

    Tutti i contenuti, salvo diversamente indicato, sono di proprietà di GogoVest SRL e distribuiti con licenza Creative Commons BY-NC-ND 2.5IT

    Copyright © 2018 Gogo Magazine è una proprietà di GogoVest SRL - Sede Legale: Via Salento, 61 - 00162 Roma | P.IVA IT14688251009