Marvel's Spider-Man: Tutto quello che sappiamo sul nuovo titolo per PS4
Connect with us
Spider-Man Recensione Spider-Man Recensione

Approfondimenti

Marvel’s Spider-Man: Tutto quello che sappiamo sul nuovo titolo PlayStation

Published

on

Analizziamo ogni informazione trapelata riguardo Marvel’s Spider-Man, la nuova esclusiva Playstation che ci farà (ri)vestire i panni di uno dei supereroi più amati di sempre.

Ormai è questione di giorni. Tra due settimane esatte potremo mettere le mani sul nuovo titolo sviluppato da Insomniac Games in esclusiva per PlayStation 4: Marvel’s Spider-Man. Per tutti coloro che non sono riusciti a stare dietro alle informazioni trapelate negli ultimi mesi, ecco tutto ciò che sappiamo riguardo al nuovo gioco dell’amichevole Spider-Man di quartiere.

Spider-Man

 

Marvel’s Spider-Man: Tutto quello che sappiamo

Marvel’s Spider-Man non farà parte del Marvel Cinematic Universe

Iniziamo col dire che quello di Insomniac non è un progetto collegato al famosissimo Universo Cinematografico Marvel (MCU), bensì una nuova avventura completamente inedita. Quindi il gioco non si ricollegherà ai film precedentemente usciti (se non con qualche piccolo easter egg che farà felici i più scrupolosi). Tuttavia, Polygon ha riportato che la nuova avventura di Spider-Man si collegherà al fumetto “Spider-Geddon”, seguito dell’amata storyline nata nel 2014 con lo Spider-Verse. Non servirà, però, conoscere i fumetti per godersi il gioco. Infatti, Marvel ha dato carta bianca ad Insomniac, consentendogli di creare la loro storia utilizzando i personaggi apparsi nelle avventure di Spider-Man nel modo che preferivano.

Un Peter Parker più maturo

Niente più morsi di ragno o “da un grande potere derivano grandi responsabilità”. Peter Parker non è più l’adolescente che si ritrova per la prima volta a oscillare tra i grattacieli di New York. All’inizio del gioco avrà già 23 anni. Questo significa che sta combattendo il crimine da più o meno otto anni. Insomniac ha assicurato che non sarà un’origin story e che non dovremo ri-assistere alla nascita dell’amichevole Spider-Man di quartiere.

Spider-Man

Un universo di villain

Dato che Spidey ha già avuto modo di farsi dei nemici per le strade di New York, non è un caso che nel gioco siano presenti un numero molto elevato di super-criminali. Con il video di gameplay dell’E3 abbiamo visto come Electro faccia fuggire dalla prigione RAFT molti degli acerrimi nemici di Spider-Man che negli anni abbiamo imparato a conoscere grazie ai fumetti (e ai film). Tra loro ci sono Avvoltoio, Scorpione, Rhino e l’Mister Negativo (che sembra ricoprire un ruolo di rilievo nel gioco). Inoltre, potrebbe anche darsi che non siano gli unici villain presenti nel gioco, ma questo non possiamo dirlo con certezza fino a che non avremo provato il gioco con mano. Speriamo solo che riescano a dare il giusto spazio ad ognuno di loro, senza tralasciarne alcuni in favore di altri.

Non indosseremo sempre il costume di Spider-Man

Insomniac ha assicurato che non vestiremo sempre i panni di Spider-Man, ma saranno presenti delle sequenze nelle quali dovremo impersonare il “normale” Peter Parker, tra lavoro, famiglia e amici. Ancora non è chiaro quante volte ciò avverrà e se potremo scegliere noi il momento in cui svestirci delle nostre vesti da supereroe per indossare quelle da civile.

Spider-Man

Spider-Man non sarà l’unico personaggio giocabile

Altro elemento molto interessante, ma ancora misterioso è la possibilità di poter giocare nei panni di altri personaggi oltre a quelli di Spider-Man. Secondo quanto riportato da GameInformer, infatti, avremo la possibilità di impersonare in più occasioni Mary Jane Watson, la fidanzata di Peter. Ancora una volta, non sappiamo quanto sia frequente questo switch tra i personaggi e non sappiamo se potremo utilizzarne altri, ma il creative director Bryan Intihar ha assicurato che “Mary Jane sorprenderà molte persone”.

Si parlerà di Spider-Verse?

Come abbiamo visto dai trailer, Miles Morales (nuovo Spider-Man dei fumetti, più giovane e proveniente da un’altra dimensione) è presente e sembra avere anche un ruolo abbastanza centrale nella storia. Dato che il suo arrivo nel mondo Marvel coincide con la creazione dello Spider-Verse fumettistico, potremo trovarci ad interagire con più Spider-Man provenienti da altre dimensioni, ma queste sono solo supposizioni e vanno prese per tali. Inoltre, è interessante la vicinanza tra l’uscita del gioco e il primo lungometraggio (animato) dedicato interamente a Miles, ovvero Spider-Man: Un Nuovo Universo. Che i due progetti siano in qualche modo collegati?

Spider-Man

Miles Morales in Spider-Man: Un Nuovo Universo

Trovare i collezionabili non sarà un’attività troppo secondaria

Solitamente i collezionabili nei videogiochi sono una delle parti meno divertenti da risolvere. Bisogna andare in giro per la mappa, alla cieca (o fin troppo guidata) ricerca di elementi collaterali e parzialmente inutili ai fini del gioco. Questa volta, però, Insomniac ha voluto dare una “rinfrescata” a questo concept di gioco ormai datato, cercando di implementarlo sensatamente nell’universo da loro creato. Sparsi per New York si troveranno, infatti, zaini lasciati da Peter in precedenza o luoghi dove si è velocemente mascherato per correre a salvare la città. Per trovarli non dovremo scorrazzare per la città, ma ci penseranno i sensi di ragno ad avvisarci nel caso in cui uno di questi oggetti si trovasse nelle vicinanze. Inoltre, ognuno di essi offre dei token che potremo utilizzare per sbloccare migliorie o nuovi costumi. Niente di troppo differente rispetto al passato, ma apprezziamo la voglia di creare un contesto anche per queste attività collaterali.

La mappa di New York è immensa, ma non completamente realistica

Gli sviluppatori hanno affermato che New York non sarà identica all’originale. Ci saranno delle ovvie variazioni per permettere al gioco di offrire più opzioni originali e divertenti, soprattutto per quanto riguarda il movimento. Insomniac ha fatto di tutto pur di trasporre una New York fedele all’universo di Spider-Man, pensando anche agli altri fumetti Marvel. Infatti, in alcuni trailer si può scorgere il grattacielo degli Avengers, il Sanctum Sanctorum di Doctor Strange e altri riferimenti al mondo Marvel (che a tratti sembrano ricordare anche l’MCU).

Spider-Man

Vedremo gli Avengers e altri supereroi?

Dato che la New York ricreata è quella dei fumetti, non è un mistero che ci siano riferimenti riguardanti la Marvel. Ma questo significa che vedremo altri supereroi oltre l’Uomo Ragno? Non lo sappiamo con certezza, ma ci sono molti indizi che puntano verso questa direzione. Durante l’E3, nella sezione dello show floor dedicata a Spider-Man, si poteva trovare un dispenser di giornali contenete una copia del Daily Bugle dove comparivano rimandi ad altri supereroi quali gli Avengers e Daredevil. Bisogna capire se fosse solo un modo divertente per pubblicizzare il gioco o se effettivamente vedremo questi eroi. Sicuramente saranno presenti molteplici citazioni.

Si potranno fare foto… e selfie

Sappiamo tutti che Peter Parker è un fotoreporter nella sua vita “normale”. Non poteva, quindi, mancare una modalità fotografica che ci permettesse di immortalare i migliori momenti passati con l’amichevole Spider-Man di quartiere. Inoltre, potremmo fare anche dei selfie. Ai passanti fa sempre piacere potersi scattare una foto con il loro idolo.

Spider-Man

Bisognerà sbloccare le “torri” per avere accesso alle informazioni di un quartiere

Chiunque abbia giocato agli ultimi open world sa cosa sono le “torri”. Per chi non lo sapesse, sono dei punti d’osservazione dai quali sbloccare eventi secondari e missioni prima sconosciute. Solitamente servono per avere una più chiara situazione della zona nella quale ci si sta per addentrare o per trovare più velocemente collezionabili o attività collaterali. Una scelta, questa, molto strana se pensiamo che, nel gioco, ormai sono otto anni che Spider-Man protegge New York. Sicuramente saprà le vie principali della sua città e quali sono i luoghi con il tasso di criminalità maggiore. Staremo a vedere se questa scelta verrà giustificata in qualche modo.

La fedeltà del movimento con le ragnatele è un elemento primario

Gestire il movimento interamente fisico di un personaggio in un videogioco non è mai una cosa facile. In passato i giochi di Spider-Man si sono sempre comportati abbastanza bene, ma raramente si aveva una totale assuefazione al moto del personaggio, risultando sempre abbastanza legnoso, ma raramente ingestibile. Insomniac, grazie anche alla potenza fornitagli dall’hardware, è convinta di essere riuscita a creare un movimento molto più fisico, fedele e realistico rispetto al passato. Da quanto mostrato, sembra veramente soddisfacente muoversi per la città. Durante un’intervista a GameInformer, il creative director Bryan Intihar ha risposto così alla domanda “Le ragnatele si attaccheranno ai palazzi?”:

“Meglio che lo facciano se vogliamo vendere questo gioco.”

Probabilmente un botta e risposta ironico, ma è una questione che, in un gioco come Spider-Man, può fare una grande differenza a livello di gameplay. Se ciò fosse vero, servirebbe molta più cautela nello sceglire la direzione dalla quale passare. Sicuramente Central Park non sarà una scelta adeguata per un inseguimento. Downtown, invece, potrebbe offrire molte più possibilità di cattura.

Spider-Man

Molti costumi, ma niente microtransizioni

Insomniac ha assicurto che in Marvel’s Spider-Man saranno presenti moltissimi costumi, ognuno con abilità differenti. Una volta sbloccati i nuovi outfit, le abilità rimarranno disponibili anche se non indosseremo quel costume in particolare. Cosa ottima per chi ama cambiare spesso, ma avere allo stesso tempo tutti gli optional.

Per tutti coloro ai quali alla parola “costume” è subito scattato l’allarme “microtransazione”, calmate gli animi. Insomniac non ha intenzione di far pagare altro denaro oltre a quello del gioco base per sbloccare costumi. Tutto sarà disponibile in-game.

Combattere come un vero supereroe

Titoli come la serie di Batman Arkham o simili hanno ridefinito il combattimento fluido e cinematografico. Marvel’s Spider-Man seguirà proprio questo filone, ma farà meno attenzione al tempismo e alle combo, così da rendere il combattimento estremamente fluido. Questo potrebbe rendere il titolo troppo facile, ma giocando nei panni di Spider-Man ci si vuole sentire dei supereroi. Perdere di continuo per sezioni di gioco troppo difficili non sarebbe così “super”.

Spider-Man

Per il momento è tutto. Se volete, leggete anche tutto quello che è stato rivelato del gioco durante il San Diego Comic-Con 2018.

Se avete voglia di Spider-Man, mano riuscite ad attendere l’uscita del gioco, fate una maratona cinematografica insieme a noi. Abbiamo analizzato la trilogia di Raimi, i due film con Andrew Garfield e l’arrivo di Spidey nell’MCU con Tom Holland.

Non sapete quali villain appariranno in Marvel’s Spider-Man? Ecco la nostra lista e dove li avevamo già visti nel mondo videoludico.

Vi siete persi qualche dettaglio nel trailer di Marvel’s Spider-Man, non è così? Non disperate, abbiamo analizzato tutti i dettagli nascosti per voi.

Marvel’s Spider-Man uscirà il prossimo 7 settembre in esclusiva su PlayStation 4.

Seguiteci su Facebook e iscrivetevi al nostro gruppo, La Locanda Del Gamer, per non perdervi neanche una notizia riguardante Marvel’s Spider-Man.

Fonte: CNet

Spider-Man

Tenace adoratore del mezzo cinematografico, cerco sempre un punto di vista fotografico in tutto ciò che mi circonda. Videogiochi, serie televisive, pellicole cinematografiche. Nulla sfugge al mio imparziale giudizio.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *