13 Reasons Why: Netflix rielabora la scena del suicidio a distanza di due...
Connect with us
13 Reasons Why 13 Reasons Why

Approfondimenti

13 Reasons Why: Netflix rielabora la scena del suicidio a distanza di due anni

Published

on

13 Reasons Why è una di quelle serie tv che ha fatto parecchio parlare di sé, sia per il grande successo ricevuto, sia per tutte le riflessioni che sono scaturite dalla sua messa in onda, sia per le risposte del grande pubblico. Mentre restiamo in attesa della terza stagione, alcuni curiosi dettagli hanno fatto tornare la serie sulla bocca di tutti.

13 Reasons Why

In base a quanto riportato da Variety, sembrerebbe che, distanza di due anni dalla primissima messa in onda,  Netflix abbia deciso di modificare la celebre scena del suicidio di 13 Reasons Why.

Queste sono state le parole spese a riguardo in un comunicato rilasciato dal colosso dello streaming questo lunedì:

“Abbiamo sentito da molti giovani che” 13 Reasons Why “li ha incoraggiati a iniziare conversazioni su problemi difficili come la depressione e il suicidio e ottenere aiuto, spesso per la prima volta”

“Mentre ci prepariamo a lanciare la stagione tre più tardi questa estate, siamo stati consapevoli del dibattito in corso attorno allo spettacolo. Quindi, su consiglio di esperti medici, tra cui la Dott.ssa Christine Moutier, Chief Medical Officer presso l’American Foundation for Suicide Prevention, abbiamo deciso con il creatore Brian Yorkey e i produttori di modificare la scena in cui Hannah si toglie la vita nella prima stagione “.

13 Reasons Why

Adesso nella suddetta scena ritroviamo la protagonista della storia mentre fissa il proprio riflesso in uno specchi prima di passare immediatamente, con un taglio, alla reazione dei suoi genitori. A quanto pare non vi è più alcuna rappresentazione diretta di quanto avviene, pur mantenendone intatto il messaggio.

La scena in questione, quella in cui la ragazza si taglia le vene nella vasca da bagno, ha condotto 13 Reasons Why, più volte, nell’occhio del ciclone, fra lamentele riguardo a “quello che avrebbe potuto o non potuto suggerire”.

Anche lo showrunner della serie, Brian Yorkey, ha recentemente parlato della situazione, rivelando che al principio quella scena era stata costruita in quel modo proprio con l’intento di colpire lo spettatore e di sensibilizzarlo sull’orrore che ne scaturiva fuori. Ovviamente le preoccupazioni degli esperti sopracitati hanno influito parecchio sul futuro dello show e sulla attuale scelta di modificare quella scena:

“Riteniamo che questa modifica aiuterà lo spettacolo a fare il massimo per la maggior parte delle persone, mitigando ogni rischio per i giovani spettatori particolarmente vulnerabili. “

Fonte: Variety.

 

Ho sempre trovato nella scrittura un qualcosa di mio: il poter esprimere quanto ho dentro, parlando di argomentazioni che amo, penso sia un'obiettivo di vita importantissimo. Studente in Lingue, culture, letterature e traduzione, dopo la pubblicazione di due romanzi ho intrapreso la strada del giornalismo senza guardarmi dietro.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *